BARBETTA 6 Ordinaria amministrazione o quasi: rischia solo in chiusura della prima frazione, e poi si fa trovare pronto su un insidioso colpo di testa che rischiava di tradirlo a causa dei rimbalzi irregolari sul terreno sconnesso.
CAMILLI 6,5 Prodigioso il recupero su Rossi allo scadere del primo tempo, gli toglie via dai piedi una palla che chiedeva solo di essere depositata in rete.
CARMINUCCI 6 Curzi non è un cliente comodo e un paio di volte gli sfugge via. Meglio nel secondo tempo quando è più guardingo.
TRAINI 7 In grande spolvero, impiegato sulla corsia destra di centrocampo, “ara” prato di gioco con le sue lunghe leve. Micidiale sia in fase di interdizione che, stavolta, anche in fase offensiva, con conclusioni e assist.
AQUINO 6,5 Tanto Marini è regolare e poco appariscente, tanto lui invece è spumeggiante e protagonista. Qualche volta rischia di andare sopra le righe, viene ammonito in apertura, ma nel complesso la prestazione è più che sufficiente.
MARINI 6,5 Regolarissimo e puntuale. Quando è uscito nel primo tempo per un contrasto, abbiamo toccato ferro, perché è oramai parte integrante della difesa rossoblu. Non la sapremmo immaginare, quasi, senza la sua guida.
NAPOLANO 7 Giocatori che fanno quel che lui ha tentato in conclusione del primo tempo, ovvero una conclusione balistica impressionante, da 35 metri e sul filo del fallo laterale, hanno davvero qualche numero in più. Sappiamo che su di lui hanno messo gli occhi anche qualche società di Serie B. Importante è che comprenda che la vittoria di questo campionato con la maglia rossoblu potrà dargli gloria “imperitura” a San Benedetto oltre che lanciarlo ulteriormente verso il calcio professionistico.
CARPANI 6 Sta un po’ tirando il fiato dopo un girone di andata a tutta: ha 19 anni, e gli può essere permesso. Forse occorrerà trovare un under in grado di sostituirlo nei momenti in cui avrà bisogno di riposare. Ciononostante la sua prova resta buona.
PAZZI 7,5 Eccolo qui, è tornato il Castigatore. Due occasioni, due gol, tutti di testa, tanto per sconfessare chi, invece, lo descrive come autore di marcature “belle e impossibili”. Tanto gioco poi per l’intera squadra ma quelli, a volte, sono dettagli. Almeno per un centravanti. E siamo a 10 gol…
ONESTI 7 Tecnicamente ottimo, tatticamente perfetto: sulla schiena ha il numero 10 e gioca come un regista vecchio stile. Non sbaglia un appoggio e la squadra forse, oggi, ha giocato la miglior partita dell’anno.
SHIBA 6 Forse va rivisto rispetto alla posizione di esterno destro, perché la sua potenza non è pari alla sua precisione: eppure, se riuscisse a calarsi nel ruolo, la sua progressione sarebbe devastante. Quando torna centravanti sembra recuperare il suo habitat naturale.
SANTONI sv
TRACCHIA sv

FORGIONE sv
PALLADINI 7 Ha disegnato la migliore Samb dell’anno, anche se l’avversario ha manifestato qualche limite di impostazione. Adesso ha una macchina che va a tutta, purtroppo però gli avversari restano sempre nelle vicinanze e ci sarà da soffrire ancora prima di raggiungere l’importante obiettivo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 875 volte, 1 oggi)