GROTTAMMARE – Sarà il “Censimento” il tema per l’anno 2012-2013 dell’atteso Presepe Vivente di Grottammare, giunto alla nona edizione, ormai divenuto una tradizione per i cittadini ed anche per chi arriva da fuori. Un’atmosfera unica quella che si percepisce, e questo grazie alla location dove è realizzato, all’interno del caratteristico vecchio incasato grottammarese, ricco di grottini e viste spettacolari. Le date per la visita saranno il 26 dicembre e il 1° e 6 gennaio del nuovo anno, alle re 16:30.

A realizzare il tutto è l’Associazione Presepe Vivente di Grottammare di cui è presidente Fabrizio Rosati: “Un lavoro di sacrificio e passione per tutti soprattutto per via dei fondi. I soldi purtroppo non ci sono, gli sponsor ci danno una mano ma la situazione è quella che sappiamo. I soldi sono sempre meno. Devo ovviamente ringraziare tutti quelli che lavorano con passione a questo progetto e l’amministrazione comunale di Grottammare, sempre presente per questa manifestazione”.

Saranno circa 52 le scene, interpretate dai figuranti, realizzate tutte manualmente. Quest’anno la partenza sarà diversa, l’apertura delle Presepe avverrà Via Azzolino (parco della Madonnina) e la fine del percorso, con la grotta di Gesù bambino, sarà all’altezza della pizzerei Sisto V. Nessun costo per l’entrata al presepe se non un’offerta che sarà gentilmente ripagata da delle monete di bronzo coniate per l’occasione.

Il presidente Rosati infine ci conferma che si aspetta un movimento che supererà le 10mila persone: “Abbiamo avuto molte richieste anche quest’anno. Per ora confermo un bus proveniente da Bari e uno di ragazzi disabili da Milano”. Sempre il 26 dicembre, all’apertura del presepe, le autorità inaugureranno la ristrutturazione della scala “Teatro dell’Arancio” .

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 571 volte, 1 oggi)