SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dodici scenette, circa cinquanta attori e tanto, tanto dialetto. Il 26 e 27 dicembre torna “Natale al Borgo”, manifestazione che mescola vernacolo e teatro di strada tra le antiche vie del Paese Alto di San Benedetto. Un appuntamento divenuto nel tempo tradizione e che quest’anno tocca la quindicesima riproposizione.

Le storie, tutte rinnovate, verranno interpretate dalla compagnia di Ribalta Picena e saranno dirette da Alfredo Amabili, al contempo autore insieme a Piero di Salvatore, Vittoria Giuliani e di Mario Lanciotti di tutte le trame. I temi spazieranno dall’amore ai rapporti familiari, passando per il difficile rapporto tra gente del posto e forestieri.

“E’ diventato l’evento clou delle festività natalizie”, dichiara soddisfatta Margherita Sorge. “Il livello qualitativo è alto e sono certa che pure quest’anno si rivelerà un successo”.

Il finanziamento per “Natale al Borgo” si aggira attorno ai 6 mila euro, con il contributo coperto per metà dalla Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno e per l’altra metà dal Comune.

Il tour delle scenette, della durata di cento minuti, sarà effettuabile dalle 15 alle 20. Si partirà da Via Cavalcanti per terminare in Via Del Consolato.

Non mancheranno gli stand gastronomici in Piazza Bice Piacentini, dove saranno servite frittelle, vin brulè, panino e salsiccia, birra alla spina, caffè del marinaio e del tè caldo.

BIS AL PALANATALE La Ribalta Picena bisserà la performance il 30 dicembre sotto il tendone del Palanatale, a partire dalle 18. Due ore di show tra storielle e poesie. Sempre in dialetto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 711 volte, 1 oggi)