SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Terza tappa del progetto Eurotrip, il documentario itinerante svoltosi in quattro capitali europee, che stavolta fa tappa nella fascinosa Parigi. Elena ed Alessandra, oltre a confrontarsi con le esperienze delle loro conterranee emigrate nella capitale francese, hanno anche avuto modo di subire il fascino senza tempo di una città che sempre catturare chi la visita.

Ad emergere, è una Parigi diversa da quella cartolinesca che troppo spesso ci viene propinata dai media. Una città ( come insegna il Godard di “2 ou 3 choses que je sais d’elle” ) sospesa fra consapevolezza della propria storia ( e del peso che questa ha rappresentato ) e duro confronto con la realtà quotidiana, fatta di regole ferree ( nessun appartamento senza un lavoro alle spalle ) e moderne contraddizioni. Alessia Alesiani e Chiara Maccaroni (le due ragazze intervistate nel video), ci narrano di una città che riesce ad essere accogliente, aperta, efficiente ma anche “dolcemente” dura.

Al contempo però è anche una città dove esiste un terziario avanzato, dei servizi efficienti e soprattutto un sistema welfare molto sviluppato che permette, sopratutto alle lavoratrici, di poter coniugare le esigenze della vita familiare con la carriera lavorativa. Una cosa questa che, in Italia appare quasi un miraggio.

Il progetto Eurotrip è realizzato dall’Assessorato provinciale alle Politiche Giovanili in collaborazione con Il CentroGiovani CasaColonica di San Benedetto del Tronto e l’associazione Radici Migranti. Il progetto è stato finanziato attraverso i Fondi Regionali delle Politiche Giovanili attraverso l’Accordo di Programma Quadro Paesaggi Umani per la promozione della mobilità dei giovani all’interno dell’Unione Europea. Tra i partner oltre alla Provincia e Regione anche il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 556 volte, 1 oggi)