ISERNIA – In una partita certamente non impossibile la Samb dà prova di grande cinismo e maturità. La partita nascondeva delle insidie (soprattutto sul piano psicologico), ma i ragazzi di Palladini spazzano subito ogni dubbio con una prestazione solida dal primo all’ultimo minuto.

Barbetta 6. La partita la vede in gran parte come spettatore. Nel secondo tempo è più impegnato: brividi sulla conclusione di Panico, bene sul tiro di Mingione.

Camilli 6,5. Sulla sua fascia agiscono Tortora e Panico, ma non è mai messo sotto pressione. Ne approfitta per spingersi in avanti, dove mette diversi palloni interessanti.

Carminucci 6,5. Un po’ più sollecitato rispetto a Camilli, sbroglia diverse azioni senza particolari patemi. Puntuale e preciso.

Traini 7. Ruggisce sui ragazzini dell’Isernia con grande autorevolezza. Si dimostra in gran forma e impreziosendo la sua gara col gol del 3 a 0.

Aquino 7. Annichilisce Panico e compagni con presenza e tempismo. Trova il gol del raddoppio con grande freddezza.

Marini 6,5. Non è molto impegnato, e quando serve sbroglia senza problemi. Rimedia un giallo evitabile.

Napolano 7. Anche senza segnare è uno dei protagonisti assoluti della gara. Mette lo zampino su due gol e si rende pericoloso su ogni pallone. (75′ Puglia 6. Entra nel finale e prova subito a mettere la firma. Mette lo zampino sulla seconda rete di Pazzi)

Carpani 6,5. Gioca a centrocampo con una maturità sorprendente, soprattutto se paragonato ai pari età avversari. Porta qualità e quantità in mezzo al campo.
(58′ Vallorani 6. Gioca una buona mezz’ora, dimostrandosi a suo agio negli schemi della prima squadra)

Pazzi 8. Fino a poche settimane fa qualcuno lo metteva in discussione. Oggi – pur di fronte ad un avversario non irresistibile – dimostra ancora una volta una spanna sopra gli altri: due assist e due gol a coronamento di una prestazione meravigliosa.

Onesti 6,5. Non giocava con continuità da più di un mese, ma un campo si nota poco o nulla. Gioca davanti alla difesa mettendoci qualità e dinamismo, proponendosi anche in proiezione offensiva. Sembra già calato negli schemi rossoblu.

Shiba 7. Apre le marcature con un sinistro fulminante. Fa vedere i sorci verdi al povero Lunardi, e prima di dare il cambio a Santoni fa in tempo a servire a Pazzi la palla del 4 a 0.

(53′ Santoni 6. Entra e dà subito l’impressione di voler spaccare il mondo. Si fa notare in diverse azioni e da il “la” all’azione che porta al 5 a 0)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 983 volte, 1 oggi)