ASCOLI PICENO – Manca un anno e mezzo alle elezioni provinciali, ma la data potrebbe essere clamorosamente anticipata se l’attuale Presidente, Piero Celani, decidesse nelle prossime settimane di candidarsi al Parlamento.

Un panorama da non sottovalutare quello riguardante Palazzo San Filippo, soprattutto ora che la proposta di abolizione e fusione delle province s’è arenata, forse definitivamente.

Per il centrosinistra, in pole position per la candidatura ci sarebbe Paolo D’Erasmo. L’ex sindaco di Ripatransone si è ufficialmente ritirato dalla corsa per uno scranno alla Camera a vantaggio di Luciano Agostini e potrebbe di conseguenza essere premiato dalla dirigenza del Partito Democratico.

Sul fronte del Popolo della Libertà invece tutti gli indizi ricadrebbero sull’attuale vice di Celani, Pasqualino Piunti. Che però nega: “Escludo categoricamente questa ipotesi – afferma – non mi interessa né un futuro in Parlamento, né in Regione, né tantomeno continuare l’avventura in Provincia. Porterò a termine il mio impegno con gli elettori, poi mi metterò a fare il nonno”.

Il tempo proverà la veridicità delle sue parole. In fondo c’è chi sognava l’Africa e non è mai partito…

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 799 volte, 1 oggi)