GROTTAMMARE – “Tutti insieme per rallegrare il Natale di Destine” è l’invito a partecipare all’iniziativa di solidarietà in programma venerdì 14 dicembre nella ludoteca Stile Libero.

I bambini e le mamme dei centri ricreativi comunali hanno ideato e organizzato un pomeriggio di beneficenza per raccogliere fondi da destinare al piccolo Destene Adamoula che dovrà affrontare una lunga degenza presso il policlinico di Tor Vergata di Roma per un trapianto di midollo.

L’iniziativa rientra in un progetto di autogestione prevista dal regolamento dei centri di aggregazione che vedrà comunque la compartecipazione del personale per la gestione dell’intrattenimento. Il programma , che inizierà alle ore 16, si articolerà in attività di animazione per bambini, karaoke, balli di gruppo, pesca di beneficenza e merenda per tutti.

“Sosteniamo la famiglia di Destine in questo momento di difficoltà” fanno sapere le mamme organizzatrici dell’appuntamento nella ludoteca di via Del Mercato, dove Destine era solito trascorrere i suoi pomeriggi, prima di cominciare la lunga degenza nell’istituto ospedaliero romano. “Il percorso sarà lungo e difficile, Destine rimarrà per circa 5 mesi nel Policlinico di Roma. Chiunque voglia aiutare Destine e la sua famiglia in questo lungo cammino può fare una donazione presso la filiale Carisap succursale di Grottammare (corso Mazzini) o chiamare il numero 345.8430951”.

Destine Adamoula è nato il 15 gennaio 2005. La sua storia in Italia inizia a 9 mesi, quando arriva insieme alla mamma Vivien a bordo di un gommone da Tripoli (Libia). Vive a Grottammare con la mamma che lavora all’istituto San Giuseppe di San Benedetto del Tronto, il papà in cerca di lavoro e la sorellina Francesca. Nel 2007, a seguito di un ricovero all’ospedale di San Benedetto del Tronto, gli viene diagnosticata un’anemia falciforme, patologia che porta alla morte intorno ai 28 anni. Nel 2012, i familiari prendono la decisione di far seguire Destine dall’equipe medica della fondazione IME (Istituto mediterraneo di ematologia) diretto dal prof. Guido Lucarelli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 203 volte, 1 oggi)