SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Aveva truffato alcune aziende agricole del teramano comprando prodotti pagati con assegni scoperti, e quando ha nuovamente ordinato merce in un’azienda di Sant’Egidio alla Vibrata, i carabinieri, che già erano sulle sue tracce, lo hanno arrestato in flagranza di reato. Dovrà rispondere dell’accusa di truffa aggravata continuata Daniele Prosperi, 28enne di Pineto, che aveva prenotato 24 cesti natalizi realizzati con prodotti tipici e li ha pagati con assegni risultati scoperti.

Ad attenderlo al ritiro della merce, oltre al titolare dell’azienda agricola, anche il maresciallo Mario De Nicola, che in abiti civili si è finto un commesso. I pacchi sono stati caricati sul furgone e quando il 28enne ha pagato con gli assegni sono scattate le manette. Gli assegni sono risultati infatti scoperti, e anche il mezzo usato per il trasporto della merce, a seguito di un controllo, è risultato privo di assicurazione e revisione, e quindi sottoposto a fermo amministrativo.

L’uomo aveva già truffato con la stessa tecnica un’azienda agricola di Bellante e due frantoi a Roseto e Morro d’Oro, per un giro d’affari di circa 10mila euro. Parte della merce è stata recuperata e riconsegnata ai proprietari.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 483 volte, 1 oggi)