SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un “duello stellare” si terrà nel prossimo appuntamento delle “DeguStazioni Musicali” del mercoledì d’arte al Viniles di San Benedetto del Tronto. Un appuntamento, quello del 12 dicembre,  che accarezza la storia più celebre e qualitativa del cantautorato indipendente nazionale: Marco Parente e Alessandro Fiori presenteranno il progetto “Betti Barsantini“.

Batterista nei CSI, periodo Ko de Mondo e Linea Gotica, Marco Parente è meglio noto come autore e sensibilissimo autore interprete di album come “Eppur non Basta”, “Trasparente” e l’ultimo “La riproduzione dei fiori”. Senza dimenticare il confronto con numerosi colleghi del calibro di Carmen Consoli, La Crus, Cristina Donà, Afterhours, Paolo Benvegnù e affermati poeti internazionali, così come le cover a lui tributate da Stefano Bollani e Patty Pravo o l’apprezzamento ricevuto da un mostro sacro come l’ex-Talking Heads David Byrne.

Co-fondatore dei progetti Amore e Mariposa, Alessandro Fiori è musicista, cantante, pittore e scrittore. Nel 2010 pubblica “Attento a me stesso”, primo disco solista a cui segue l’ep “Questo dolce museo”.

Il concerto consiste nella sana sfida a colpi di canzoncine, tutte rigorosamente inedite a parte qualche languida nostalgica meteora del passato.

Inizio live, come sempre, alle ore 21.30; consigliatissimo l’aperitivo di pesce a km 0, preparato dallo staff del Viniles con la collaborazione della Cooperativa Pescatori San Pietro, oltre a quella dell’Assessorato alle Politiche del Mare e dell’associazione culturale Movida Pulita.

Apertura del live, Edgar Massetti; consolle post concerto, Gabriel D’Agostino;
Esposizione d’arte su schermi di Antonia Silenzi
Photoworks: Maruma.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 104 volte, 1 oggi)