SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un ordine del giorno passato senza voti contrari ed un emendamento, quello di Zocchi sul tema colori, che ha incassato ben ventidue sì. Eppure in Consiglio Comunale, sul punto inerente l’occupazione del suolo pubblico, non sono mancati attacchi frontali e scontri. Indiretti ed anonimi, ma pur sempre roboanti. Il sindaco Gaspari non ha infatti gradito le dure parole di Sandro Assenti pronunciate nel week-end, quando ha accusato il fronte politico di essere lontano dalle reali problematiche della società.

Sono state dichiarazioni inopportune, fuori luogo ed inutili”, ha ammonito il numero uno di Viale De Gasperi. “A pronunciarle è stato chi ha la pretesa di rappresentare una parte importante dei commercianti. Ebbene, deve capire che non deve compiere il braccio di ferro con noi. Se lo fa, non può pensare di prevalere sempre, perché non sempre prevale il buon senso. Certe persone dimostrino più maturità”.

Assenti, presente in sala, ha incassato non celando una stizza ben testimoniata da espressioni a dir poco contrariate. “Io parlo a nome degli esercenti – si è difeso successivamente – prendo atto della decisione dell’amministrazione sull’argomento dei gazebo bianchi. A dire il vero non si sarebbe dovuto sprecare del tempo per discutere di una questione del genere. In futuro gradiremmo maggior coinvolgimento”.

Una battuta pure sui controlli, che si preannunciano serrati: “Ben vengano, ma non si faccia terrorismo. Sono a favore di strutture a norma allo scopo di creare un tessuto commerciale di qualità”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.303 volte, 1 oggi)