GROTTAMMARE – Il conferimento della cittadinanza simbolica agli stranieri di seconda generazione è l’evento clou delle iniziative promosse dall’amministrazione comunale per ricordare il 64° anniversario della Dichiarazione Universale dei diritti Umani, firmata a Parigi il 10 dicembre 1948.

Il programma si aprirà alle ore 11 nel Parco della Madonnina, dove le scolaresche di Grottammare sono state invitate allo svelamento dell’opera “Dialogo per la pace”, realizzato dallo scultore Francesco Santori, su incarico della Consulta per la fratellanza tra i popoli .

L’incontro si svolgerà alla presenza delle autorità cittadine presso l’Ulivo della Pace, in ricordo della piantumazione avvenuta il 24 aprile 2002 a cui presero parte due attiviste, la palestinese Fatma Abdel e l’israeliana Dyana Dolev.

La cerimonia inaugurale sarà arricchita dalla recitazione di pensieri e poesie appositamente preparati dai bambini.

Nel pomeriggio, a partire dalle ore 18, nella sala Kursaal il sindaco Luigi Merli conferirà la cittadinanza simbolica a quanti, residenti (ancora minorenni) nel comune di Grottammare, sono nati in Italia da genitori immigrati.

L’iniziativa è promossa dall’assessorato ai Servizi Sociali e Politiche per la pace, che così dà seguito a quanto espresso poche settimane fa dalla giunta comunale, e ratificato all’unanimità dal consiglio comunale, in merito al raggiungimento dell’effettiva concessione della cittadinanza ordinaria, nel rispetto del dettato dell’Articolo 3 della Costituzione:Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.”

“Anche questo Comune – si legge nell’invito spedito a 128 bambini e ragazzi residenti a Grottammare – ha aderito all’appello lanciato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sul riconoscimento della cittadinanza ai giovani come te, nati in Italia da genitori stranieri. L’intento è puramente formale ma in questo modo, unendoci ad altri Comuni italiani che come il nostro hanno manifestato questa volontà, vogliamo arrivare a dare concretezza a questo desiderio”.

Durante l’evento pomeridiano verranno valorizzate le produzioni artistiche sui temi dei diritti umani, della pace, della cooperazione e della solidarietà realizzate nelle scuole di Grottammare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 159 volte, 1 oggi)