A causa di un problema di connessione inseriamo in ritardo le interviste scritte, comunque in tempo reale

PALLADINI Abbiamo incontrato fino ad ora la squadra migliore, ci ha dato filo da torcere, abbiamo tenuto bene il campo e alla fine abbiamo vinto, ma è stata veramente dura.
Dobbiamo per forza giocare così, Onesti è arrivato questa settimana. Abbiamo sofferto perché davanti tenevamo poco palla, e quindi regalavamo le ripartenze a loro, facevamo un po’ da tamburello, anche se poi quando è toccato a noi abbiamo fatto male.
E’ stata una partita tirata contro una signora squadra. Per quello che ho visto considero la Vis da prime posizioni: gioca a calcio, forse fa pochi gol ma ne prende pochi, se la giocherà fino alla fine, bisognerà vedere nel gruppo delle migliori chi la spunterà. Noi sapevamo che era dura, abbiamo fatto la nostra partita ma meno del solito.
Se il San Cesareo sta davanti significa che merita, è molto organizzata anche se non ha grandi individualità tranne Delgado.
Oggi siamo partiti bene, abbiamo poi iniziato a fare qualche lancio di troppo invece di giocare rasoterra, loro hanno preso campo e ci hanno messo in difficoltà. Nella ripresa ho detto di giocare palla a terra e giocare su Forgione e Napolano, sul gol siamo stati anche un poco fortunati.
Acquisti? La Samb in questo momento ha qualche problema, noi andiamo avanti così, sappiamo di dover prendere un altro under e di recuperare Scartozzi al più presto.
Onesti ha esordito bene, purtroppo è stato ammonito quindi salterà Isernia. Ma faccio un plauso a Traini, una grande partita la sua, ha dato il cuore e tanto agonismo anche più di altri. Comunque i ragazzi stanno facendo benissimo nonostante le difficoltà che tutti sanno, ma stiamo facendo il massimo. Quando recupereremo tutti i giocatori saremo più pericolosi.
Paura che qualcuno partirà? No, perché i ragazzi sono stati chiari e tutti hanno dato disponibilità e assenso a rimanere, è un patto tra noi, quindi resteremo con questa squadra fino alla fine.
MAGI Non sono molto contento, ringrazio per i complimenti, ma con una prestazione del genere dobbiamo uscire con un risultato positivo. Dobbiamo migliorare, la Samb oggi ha vinto ma non ci vogliamo staccare nel gruppo di testa. Vogliamo lavorare su quello che non ha situazioni pericolose in area senza colpire. Nel primo tempo abbiamo creato 2/3 pericolose ma non abbiamo raccolto. Dobbiamo stare al passo di squadre importanti come la Samb.
Credo sia un discorso di maturità, io chiedo ai ragazzi di giocare con la testa libera, non voglio che si accontentino, io voglio che si giochi con la cattiveria. Napolano? Io ho giocatori importanti, Napolano qui a San Benedetto ha trovato la giusta dimensione e si sta confermando.
Bianchi? Forse per troppa generosità non ha voluto buttar via quel pallone, stava recuperando da un’azione offensiva, aveva anche fatto una belle diagonale, ma purtroppo gli è andata male.
Napolano l’ho visto sottotono, rispetto ad altre prestazioni, lo abbiamo controllato bene, lo stesso Shiba dall’altra parte. Napolano non l’ho mai visto tanto basso nella Samb, specie nella ripresa. Ridolfi? Bravissimo ragazzo, già da due anni è in prima squadra, un ragazzo di prospettiva che non deve sentirsi arrivato, perché è appena partito. L’ha notato la Juve, dobbiamo aiutarlo assieme alla società che è estremamente seria.
Secondo tempo volevamo vincere, devo dirlo, con la qualità di Bugaro volevamo sfruttare le palle inattive, ma non ci siamo riusciti.
SHIBA Al di là del gol era importante il mio gol. Partita difficile, specie nel primo tempo, col campo pesante. Nel primo tempo non è stato facile, sulla fascia era complicato con questo campo, poi nella ripresa. Sul gol ho cercato l’angolino. Dieci gol sono importanti per me ma soprattutto per la squadra.
Noi vedevamo l’Ancona come la squadra più in palla, invece adesso è il San Cesareo che sta andando forte, speriamo di recuperare i due punti entro la fine dell’andata.
NAPOLANO Io ci metto la firma a giocare sempre così e poi segnare il gol che dà la vittoria. Loro si sanno ben difendere, ci hanno messo in difficoltà ma fino alla fine sarà in posizione di vertice. Noi potevamo fare qualcosa in più soprattutto nel primo tempo mentre nella ripresa abbiamo mostrato una grande condizione fisica.
Sul gol sembrava che la palla ormai fosse persa, dopo l’assist di Aquino, ma fortunatamente ho recuperato ed è andata bene. La classifica marcatori? Non ci penso, perché quando si scende in campo con la pressione di far gol spesso non si riesce a farlo. L’importante è l’obiettivo finale della squadra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.267 volte, 1 oggi)