SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo la poco impegnativa partita di domenica la Samb si appresta ad affrontare la temibile Vis Pesaro, squadra in forma e con alte ambizioni di classifica.

I ragazzi di mister Magi, dopo un inizio stentato, sono imbattuti da quattro partite, e dopo la roboante vittoria col Fidene (un netto tre a zero con reti di Torelli, Paganelli e Cremona), hanno ritrovato gioco e convinzione nei propri mezzi. La squadra, che gioca col 4-4-2, è un collettivo molto solido, basato su un’ottima difesa (solo 12 gol subiti, meglio di Samb e San Cesareo) e un buon attacco (26 gol fatti, con Cremona – 8 gol – capocannoniere).

Sul sito ufficiale biancorosso la partita sembra attesissima e, accanto a impegnative divagazioni che mettono in rapporto le peripezie di Ulisse con il campionato pesarese, si parla di sfida per il primato. La Vis Pesaro, insomma, punta al colpaccio, sperando di replicare l’impresa del 2009 (quando la squadra vinse al Riviera Delle Palme) e “zittire coloro che ci gridarono in faccia Avete una squadretta

La Samb, dal canto suo, non fa nessun proclama, sicura di un gioco ormai consolidato e conscia del fatto di avere, come principale avversario, solo se stessa. Certo è che in campo scenderanno anche gli avversari, una squadra che – specie in elementi come Ridolfi, Cremona e Dominici – possiede qualità e pericolosità.

Una sfida attesa ed emozionante che, se da una parte può significare rilancio (con una vittoria i pesaresi aggancerebbero i rossoblu), per la Samb può (e deve) essere un’importante conferma. Conferma che, con un Pazzi in più, sembra tutt’altro che irraggiungibile.

Twitter @angeloapisani

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 622 volte, 1 oggi)