SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Basta proroghe. Con l’approvazione lunedì prossimo in Consiglio Comunale del nuovo regolamento per l’occupazione del suolo pubblico, gli esercizi del centro cittadino saranno costretti a mettersi a norma. Nessun rinvio stavolta e per chi non rispetterà i parametri partiranno immediate sanzioni.

Il pugno di ferro riguarderà soprattutto le autorizzazioni per tavolini e gazebo esterni, che continueranno ad avere validità solamente nel caso in cui i singoli esercizi garantiranno la piena disponibilità dei servizi igienici per portatori di handicap. Tolleranza zero pure per quel che concerne la raccolta differenziata: i locali dovranno essere muniti all’interno di spazi da destinare ai contenitori, nel rispetto delle norme regolamentari vigenti, della superficie minima pari a 2 metri quadrati e comunque non inferiore al 3% della superficie utile lorda dell’insieme delle medesime strutture.

La prima scadenza per l’adeguamento fu inizialmente fissata per il 9 febbraio 2012, in seguito posticipata al 15 ottobre. “Stiamo parlando di casi quasi inesistenti”, garantì due mesi fa l’assessore al Commercio Fabio Urbinati, dopo un lungo summit con le associazioni di categoria. “Siamo voluti venire incontro ai disabili, provvedendo all’abbattimento di molte barriere architettoniche. Il nostro Comune è uno dei pochi che s’è mosso in tal senso”.

I gazebo dovranno pertanto abbandonare il colore bianco, con i titolari che dovranno adeguarsi a tonalità rosso ossido e antracite. Inoltre, l’occupazione da parte degli esercizi commerciali dovrà essere effettuata lungo i lati dell’esercizio, senza superare in larghezza il fronte stesso (o i fronti in caso di negozio con più lati affacciati sullo spazio pubblico), per una profondità massima di 1,20 metri. L’occupazione dovrà essere effettuata entro la fascia di 2 metri dal filo del fabbricato. Con apposito atto del Dirigente competente verranno definiti criteri tesi a garantire il decoro urbano per dette occupazioni.

Il Comune chiuderà invece un occhio sulla tipologia del materiale utilizzato: saranno ammesse strutture non solo in acciaio inox, ma pure in zincato, alluminio e legno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.057 volte, 1 oggi)