Basket Club San Benedetto: Cardenas 25, Certonza , Bruni 8, Camerano 11, Cameli M. 7, Allocca 2, Roncarolo 2, De Angelis 2, Griamaudo NE, Cameli A. NE.

All. Valori

Aesis 98 Jesi: Battisti 15, Pirani F. 4, Cardinaletti 3, Pistola 3, Bianchi 11, Pergolini 10, Bargnesi 10, Pirani L. 12, Federici 5, Giacani NE.

All. Luconi

Arbitri: Boccanera e Cisternino.

Parziali: 1°/ 17-23, 2°/ 33-41, 3°/ 48-57, 4°/ 57-75.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nonostante la buona prestazione cade ancora fra le mura amiche del Palasperca l’ Adriatica Bitumi S. Benedetto. Troppo corta la panchina rivierasca per riuscire a reggere 40’ contro un brillante Jesi, reduce di 6 vittorie consecutive.

Ben 5 giocatori jesini in doppia cifra permettono di avere la meglio su un San Benedetto poco accorto, il quale permette canestri facili e sbaglia troppi tiri decisivi pur rimanendo per trequarti di gara sempre sotto i leoncelli di 6 – 8 punti. Il rossoblù Cardenas carica la giovane compagine sambenedettese sulle spalle, infondendo energia ai compagni con i suoi 25 punti ed 11 rimbalzi.

L’uscita De Angelis, che va a fare compagnia al non pienamente recuperato Grimaudo, dopo 15’ a causa un problema alla schiena ( ulteriori accertamenti sullo stato di salute del giocatore verranno effettuati in settimana ) permette a Cameli e compagni di accumulare preziosi minuti di gioco durante la partita. Negli ultimi minuti dell’ultimo quarto, dopo che Jesi grazie alle 2 triple di Pirani ha preso il largo, le due compagini danno spazio ai secondi quintetti, finendo la partita sul 57-75.

Per l’Adriatica Bitumi S. Benedetto urge una scossa vitale, onde ridare vita al gioco e muovere la classifica ( i rossoblù sono penultimi con 2 vittorie e 9 sconfitte ).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 105 volte, 1 oggi)