CUPRA MARITTIMA – Approvato l’assestamento di bilancio per il Comune di Cupra Marittima durante il consiglio comunale di giovedì 29 novembre.

Questo è quanto spiegato nel lungo intervento dall’assessore al bilancio Susanna Lucidi: “L’assestamento di Bilancio si caratterizza per la contabilizzazione di maggiori entrate per 142mila euro di cui 50mila proventi per la concessione della farmacia comunale, 36mia di rimborso dalla regione Marche per funzioni trasferite, 32mila euro contributi su ammortamento mutui servizio idrico, oltre alla contabilizzazione di crediti di imposte.

Sul versante delle spese invece è stata aumentata la voce di spesa per servizio di Pubblica illuminazione: il costo del servizio si attesta intorno ai 200mila euro annui a causa di un consistente aumento del costo dell’energia. Il costo del servizio, infatti, torna ai livelli dell’anno 2009 quando il Comune spendeva annualmente 195mila euro. Negli anni 2010 e 2011, dopo aver riportato la gestione del servizio all’interno del Comune, i costi sono stati rispettivamente 127mila euro e 133mila euro.

Per arginare la tendenza all’aumento del costo della Pubblica Illuminazione,  nel 2012 l’amministrazione comunale ha aderito, nei mesi scorsi, al CEV (consorzio che consente a numerosi comuni italiani di gestire l’acquisto dell’energia in forma congiunta così da spuntare prezzi più convenienti). Altra variazione di 15.321 euro ha riguardato la contabilizzazione della prima rata di cinque per pagare un debito contratto dal comune pari a 76 mial 608 euro nei confronti del Ministero dell’Economia e delle Finanze per un errato utilizzo dei fondi statali 8 per mille Irpef”.

Negli anni 2002-2004 tali fondi erogati dallo Stato al Comune di Cupra sono stati utilizzati, secondo il Ministero, per opere non congruenti alle finalità del finanziamento stesso, pertanto a distanza di anni siamo chiamati a restituire 76mila608 euro.

Successivamente è stato anche approvata la proposta di alienazione dell’immobile Comunale in via Gorizia, l’immobile, ex deposito Ciip, sarà dunque messo all’asta. Si è poi approvato definitivamente il nuovo luogo, sito in via San Michele, di un’attività destinata al deposito e confezionamento di munizioni da caccia, che attualmente si trova all’interno del centro cittadino.

Infine, i consiglieri Comunali sono stati chiamati a rispondere ad un’interrogazione da parte del consigliere di minoranza Franco Veccia, sull’attuale situazione della spiaggia a sud di Cupra. Il sindaco Domenico D’Annibali ha risposto che sono ancora in atto i controlli da parte della Capitaneria di Porto e degli organi competenti per il rispetto della normativa vigente di riferimento.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 239 volte, 1 oggi)