TERAMO – Aree verdi, riqualificazione delle pinete lungo la fascia costiera e riqualificazione del patrimonio arboreo. Questi in sintesi i principali interventi valorizzazione ambientale che saranno realizzati in otto Comuni della provincia grazie ai finanziamenti reperiti dall’assessorato regionale all’Agricoltura.

Gli interventi sono stati presentati oggi in Provincia dal presidente Catarra, dal vicepresidente Renato Rasicci e dall’assessore all’ambiente, Francesco Marconi, insieme al Comandante provinciale del Corpo forestale, Luigi Ranieri, e agli amministratori locali dei Comuni interessati:  Mirella Marchese (assessore Comune di Teramo); Generoso Monti (sindaco di Tortoreto); e  Marcello Paoletti (assessore Comune di Alba Adriatica).

“Per finanziare questa prima tranche di interventi – spiega il vicepresidente Rasicci – abbiamo ottenuto circa 132mila euro da destinare al recupero del verde esistente e per nuovo verde urbano a valere su fondi residui del 2008. C’è naturalmente l’impegno della Provincia ad intercettare  ulteriori dotazioni regionali per finanziare gli interventi in altri Comuni; questa rappresenta pertanto una fase di start up”.

“Questo progetto – aggiunge l’assessore provinciale all’Ambiente, Marconi – costituisce un altro importante tassello della politica per la sostenibilità che stiamo portando avanti con il Patto dei sindaci, il progetto Paride e tante altre azioni per il raggiungimento degli obiettivi del 20-20-20”.

Gli amministratori locali hanno presentato nello specifico gli interventi, distinti in 8 lotti funzionali ricadenti nei Comuni di Alba Adriatica, Colonnella, Corropoli, Martinsicuro, Notaresco, Silvi, Teramo e Tortoreto. 

“Gli interventi che saranno realizzati – evidenzia il comandante Ranieri, oggi tra l’altro al suo ultimo giorno di servizio prima del congedo – hanno una duplice valenza sia sotto il profilo della tutela ambientale, che per l’impulso allo sviluppo della costa teramana, con la riqualificazione delle pinete litoranee e la tutela della specie vegetali ed animali protette, pensiamo ad esempio al fratino”.

Nel dettaglio gli interventi previsti sono: ad Alba Adriatica riqualificazione della zona della pineta litoranea; della zona pinete di via Turati/via La Pira e del Parco “Villa Flaiani”; a Colonnella recupero dell’area del Parco Colle dei Pini; a Corropoli riqualificazione delle aree verdi del complesso scolastico di via Ruggieri con creazione di un’area sportivo-ricreativa; a Martinsicuro recupero della pineta litoranea e di aree pubbliche limitrofe situate sul lungomare di Villa Rosa; a Notaresco riqualificazione dell’area verde e degli impianti sportivi di via Veniglio; a Silvi messa in sicurezza della pineta in zona Cerrano, con interventi di potatura e abbattimento degli alberi a rischio di crollo. A Teramo, invece, gli interventi riguarderanno San Nicolò, in particolare il recupero funzionale di aree verdi esistenti (in via della Pace) e creazione di nuovo verde urbano (in via De Panicis); a Tortoreto, infine, saranno riqualificate tre aree verdi del lungomare site nelle contrade Casasanta, Badette e Terrabianca (in quest’ultima sarà realizzato un nuovo parco urbano nell’area circostante il Centro Sociale).

“L’ottenimento di questi fondi – conclude il presidente Catarra –, non scontato, dimostra che in periodo di risorse scarse queste vanno usate sempre più in modo intelligente e mirato, sulla base di una valida progettualità, in grado, come in questo caso, di avere ricadute positive sul benessere e sulla qualità della vita dei Comuni del territorio e dei cittadini. Tra l’altro, il balzo in avanti di sette posizioni della provincia di Teramo nella classifica annuale stilata dal Sole24Ore attesta anche il buon lavoro svolto dalle istituzioni locali e il ruolo insostituibile dell’ente Provincia nella programmazione degli interventi di area vasta in settori strategici, come quello ambientale”.

(Per i progetti dettagliati di ogni Comune cliccare sull’allegato a destra) 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 246 volte, 1 oggi)