MONTEPRANDONE – Organizzata dall’amministrazione comunale di Monteprandone in collaborazione con l’associazione culturale Terramia, la mostra mercato i Campanili del Gusto raccoglie sotto l’egida della Rete delle Città di San Giacomo della Marca i rappresentanti commerciali della tradizione enogastronomica, artistica e culturale delle città aderenti.

Il protocollo d’intesa sottoscritto da più di 60 città italiane sotto il sigillo di San Giacomo della Marca, nel 2012 a Monteprandone diventa progetto turistico, commerciale ed artistico lungimirante.

“La mostra mercato è la novità di rilievo dei festeggiamenti della festa del santo Patrono 2012. L’idea commerciale vuole essere volano per l’economia legata al turismo – riferisce l’assessore al turismo e al Commercio Pacifico Malavolta – Oltre 60 commercianti accoglieranno i visitatori con prelibatezze enogastronomiche, con possibilità di degustare piatti tipici della tradizione di quasi tutt’Italia. Obiettivo principe è quello di esportare il format della mostra mercato e progressivamente farlo diventare itinerante nelle città della rete”.

“L’iniziativa è unica nel suo genere, ci ha appassionato ed è cresciuta ogni anno di più – racconta il presidente dell’associazione Terramia, Ettore Ciabattoni – Tutti i comuni aderenti alla Rete delle Città di San Giacomo hanno collaborato attivamente, cogliendo nel segno. Il messaggio di cooperazione che San Giacomo ha lasciato alla storia, si è concretizzato nel 2012 in un evento in cui tutti i comuni porteranno il 1° e 2 dicembre nel centro storico di Monteprandone quel prodotto che meglio rappresenta il proprio territorio”

I Campanili del Gusto è un brand nuovo pensato per rappresentare il gusto, il saper apprezzare il bello. I campanili sono il simbolo della municipalità: dove c’è un campanile, c’è un’identità e nello stesso tempo il richiamo ai prodotti che tanti monasteri producono in Italia e nel mondo.

Per citare alcuni esempi saranno esposti prodotti artigianali mantovani, sapori tipici umbri come il tartufo di Norcia o il formaggio di Cascia. Sono previsti tour di degustazione – ad esempio la polentina di Treia, la marmellata biologica di Numana, salumi e formaggi tipici da ogni territorio. Sarà presente il consorzio della mozzarella di bufala campana. Monteprandone sarà presente con la Cucina dello Spirito, la pro loco proporrà un tour degustativo di vini locali, i ristoranti riuniti di Monteprandone offriranno ai presenti raffinati piatti della tradizione picena. Non mancherà l’artigianato artistico calzaturiero del fermano e la pelletteria del teramano.

Una festa di sapori, di colori, di profumi di ogni genere. Bus navetta gratuito da San Benedetto del Tronto e Centobuchi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 350 volte, 1 oggi)