SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Loredana Emili si è dimessa da capogruppo del Partito Democratico in Consiglio Comunale. La lettera che ufficializza la decisione è stata consegnata al presidente dell’assise Marco Calvaresi nella giornata di mercoledì.

Un atto scontato, quasi dovuto, all’indomani di una sfiducia messa in atto nei suoi confronti dalla propria maggioranza, ma soprattutto dalla sua forza politica, nell’ambito della vicenda stadio.

“Mancano le condizioni per andare avanti”, afferma la Emili. “Ovviamente manterrò il ruolo di consigliera”. Per la sua successione sono in lizza Claudio Benigni e Vinicio Liberati, che attualmente ricoprono alla pari il ruolo di vice.

Il rapporto di guerra fredda tra l’ex assessore – supportata dal solo Sergio Pezzuoli – ed il sindaco Gaspari è proseguito pure in occasione delle riunioni di maggioranza e di partito, alle quali la Emili non ha preso parte. La prova di un rapporto di fiducia, politico e personale, deteriorato forse irrimediabilmente.

La Emili aveva ricevuto la solidarietà del segretario comunale Felice Gregori, che aveva ritenuto corretta la posizione da lei assunta in Consiglio. “Si poteva tranquillamente aspettare una settimana per approfondire l’argomento e verificare se esistevano alternative”, aveva ammesso. Una mano tesa che tuttavia non è bastata ad evitare l’inevitabile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.022 volte, 1 oggi)