MARTINSICURO – L’amministrazione Camaioni risponde al Partito Democratico sulle linee programmatiche di mandato. “Sostenere che il fatto di raccogliere proposte dai cittadini – si legge in una nota – inserendo le più interessanti all’interno di un documento predisposto per indicare la direzione che si vorrà seguire per lo sviluppo della città in cui viviamo (noi e loro) equivalga a non avere idee, da parte di chi ha sempre sbandierato la partecipazione civile come un cavallo di battaglia, ci sembra quantomeno curioso. Certo sarebbe stato auspicabile che chi rappresenta il 30% della cittadinanza avesse, come previsto dal regolamento comunale, mandato le proprie osservazioni in modo da poter integrare il documento dando spazio a qualche proposta coerente con la propria “visione”. Questo non è avvenuto ma ne dovranno rendere conto ai loro elettori, mentre chi ha ritenuto di dire la sua lo ha fatto personalmente compilando le schede consegnate durante la riunione effettuata per presentare una prima stesura delle linee programmatiche”.

La maggioranza Camaioni si sofferma su una serie di aspetti oggetto di critiche da parte delle opposizioni:

Condotta di via Franchi: “Il nostro assessore ai Lavori Pubblici ha detto chiaramente che esiste già un progetto e che il medesimo ha bisogno di finanziamenti extra comunali ed ha ritenuto opportuno non proseguire nei comportamenti di chi ci ha preceduto, promettendo o indicando date che non essendo legate alla nostra sola volontà avrebbero poi rappresentato motivo di critiche strumentali”.

Asilo Nido: “Ad oggi esiste e funziona per bimbi da uno a tre anni e anzi per la fascia più bassa presenta ancora capienza. L’apertura di una struttura per bimbi sotto ad un anno deve legarsi ad una effettiva richiesta delle famiglie, e non al semplice desiderio dell’amministratore, in quanto si tratta di investire soldi pubblici e di chiedere, come in ogni altra struttura, un contributo ai cittadini in un periodo non facile”.

Sala polivalente in piazza Cavour, Piano Spiaggia, Piano Regolatore e Accordi di programma: “Si è evidenziata l’attenzione che si sta portando avanti a 360 gradi e ci scuseranno gli amici del Pd se non vogliamo fornire notizie sommarie  creando i presupposti per eventuali illazioni, aspettative o allarmismi infondati prima di aver sottoposto ogni aspetto all’attenzione delle minoranze medesime o dei cittadini in incontri pubblici. Solo in queste sedi riteniamo vadano affrontate le questioni nel loro insieme e con completezza di notizie”.

Commissione Edilizia: “Durante i lavori consiliari è stata anche nominata la Commissione Edilizia formata da cinque componenti di maggioranza ed uno di opposizione adottando (verosimilmente per la prima volta) il criterio di valutazione dei curricula allegati agli atti, uscendo fuori dal solito sistema di nomina legata alla rappresentanza politica”.

“Apprezziamo la linea che le minoranze stanno adottando in Consiglio comunale – conclude la maggioranza Camaioni – svolta su toni pacati e dettati dalla volontà di collaborare più che di criticare a prescindere, ma speriamo che in futuro i componenti della segreteria del Pd locale possano cominciare ad elaborare analisi oggettive sui comportamenti della nostra maggioranza”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 238 volte, 1 oggi)