per vedere il video clicca sulla destra e attendi qualche secondo

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è conclusa la prima tappa londinese del progetto Eurotrip. Durante la permanenza nella capitale Britannica le due ragazze protagoniste del documentario, Elena ed Alessandra, hanno avuto modo di confrontare e confrontarsi con la realtà lavorativa inglese e con le diverse testimonianze di molti piceni emigrati in terra d’albione per questione lavorative.

Quello che ne è scaturito è un mosaico umano che porta a riflessioni significative e profonde, sulla realtà indagata, sulle molte risorse umane che il nostro territorio produce, sull’importanza del senso delle radici e della sua conservazione che queste interviste fanno riaffiorare ed infine sulla speranza di riscatto e di poter invertire la rotta del proprio paese nativo. Londra è sì una città “ombelico del mondo”, multiculturale ed affanscinante, che offre molte opportunità ma dall’altro è anche un teatro darwiniano votato alla selettività ed alla competizione, dove la vita costa cara e dove il fatidico raggiungimento di un sostanziale equilibrio lavorativo/esistenziale avviene solamente se si è pronti a fare a meno di molte cose, che in Italia si danno per scontate.

La speranza che spesso emerge dalle testimonianze è sempre quella di poter tornare per poter arricchire il tessuto impreditoriale/lavorativo, portando come contributo l’esperienza ed il “know how” incamerato durante l’esperienza estera.

Le interviste che appaiono nel video sono state fatte a Cecilia Massoni (Architetto), Claudia Cocci Grifoni (fisioterapista), Alicia Antinori (Restaurant Manager), Alessia Malizia (Manager Finanziario), Stefano Nicolai (proprietario della catena di ristoranti Spianata&co). Ognuno di loro ha dimostrato grande disponibilità a raccontare la propria storia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.439 volte, 1 oggi)