GROTTAMMARE – Dinanzi ad una folta ed attenta platea di studenti delle scuole medie ed elementari dell’Isc “Leopardi” nella sala Kursaal di Grottammare, si è svolta stamani la cerimonia di presentazione del nuovo Archivio storico comunale, reso fruibile grazie al progetto “Memorie di Carta” promosso dalla Provincia, dalla Soprintendenza Archivistica delle Marche e dai 33 comuni del Piceno.

Ad introdurre i lavori, alla presenza del sindaco di Grottammare Luigi Merli, del Vice Prefetto dottor Fiorangelo Angeloni e del vice sindaco Enrico Piergallini, è stato l’Assessore provinciale alla Cultura  Andrea Antonini che, nel suo intervento, ha evidenziato l’alta e qualificata valenza sociale, educativa e documentale dell’iniziativa progettuale “che intende promuovere e valorizzare l’identità storica, i saperi e le tradizioni scritte di ogni territorio. Il progetto si snoda per 3 anni per un importo complessivo di circa 300 mila euro e prevede una serie di interventi di riordino, inventariazione, tutela e recupero degli archivi storici comunali con l’obiettivo di renderli pienamente fruibili anche in un’ottica didattica”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il Presidente della Provincia Piero Celani che ha sottolineato “l’importanza e la qualità dell’idea lanciata dalla Provincia che si prefigge l’obiettivo, grazie a un attento e meticoloso lavori di catalogazione effettuato da professionisti, di mettere a disposizione della cittadinanza un patrimonio di carte, scritti e documenti che simboleggiano la storia di ogni comunità locale”.

La dottoressa Montevecchi, da parte sua, già presente in veste di neo-soprintendente archivistico della Regione all’appuntamento di Carassai tenutosi nel mese di settembre, ha ribadito l’efficacia e la funzionalità di Memorie di Carta “che rappresenta, senza dubbio, un’eccellenza in tale ambito da far conoscere e promuovere non solo a livello regionale, ma anche nell’intero contesto nazionale”.

Nei dettagli dell’ampio lavoro di mappatura, catalogazione e riordino del vasto repertorio documentale (testimonianze del tempo, atti amministrativi, certificati contabili) è poi entrata la dottoressa Francesca Mercatili, l’archivista incaricata dalla Provincia selezionata tramite bando pubblico. Un importante lavoro di studio e di ricerca svolto sotto la guida del coordinatore del progetto, Andrea Martinelli che, dall’avvio del progetto, opera in stretto collegamento con il Dirigente del Servizio provinciale alla Cultura Roberto Giovannozzi e con la funzionaria Donatella Paoloni.

Hanno fatto quindi seguito gli interventi delle docenti Rosanna Acciarri e Franca Sciarroni del laboratorio di storia dell’ISC “Leopardi” che hanno illustrato metodologie e tecniche di archiviazione. A seguire, la dottoressa Alessandra Ghidioli, funzionario storico dell’arte del Segretariato generale della Presidenza della Repubblica, ha animato l’ultima sezione del ricco programma con il coinvolgimento diretto dei numerosi allievi presenti che hanno preso parte con entusiasmo e curiosità.

Al termine della intensa giornata, alla presenza di amministratori e responsabili del progetto e studenti, si è tenuto il simbolico taglio del nastro della nuova struttura che si trova all’ultimo o piano della Biblioteca Comunale “Rivosecchi”. L’Assessore Antonini ha infine ricordato il prossimo appuntamento di Memorie di Carta che si terrà a Ripatransone domenica 9 dicembre.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 478 volte, 1 oggi)