SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Incuriositi e stupiti, gli studenti dei plessi “Piacentini” e “Curzi” dell’Isc “Centro” hanno assistito, insieme alla dirigente Stefania Marini, alla referente Eco-Schools Laura Fazzini e ai docenti, alla produzione di olio d’oliva lavorato da un piccolo frantoio mobile installato questa mattina, venerdì 23 novembre, dalla Coldiretti di Ascoli e Fermo di fronte al Municipio.

La macchina, progettata dalla ditta Lampacrescia di Recanati, ha permesso di dimostrare ai bambini come dalle olive, una volta defogliate e ben lavate, viene prodotto l’olio separando il succo dall’acqua e dalla sansa ovvero le bucce, i residui della polpa e i frammenti di nocciolino.

L’iniziativa è stata l’ultima delle tante organizzate dall’amministrazione comunale per sensibilizzare la pubblica opinione ai temi del riciclo e riuso in occasione della “Settimana europea della riduzione dei rifiuti”. I sambenedettesi hanno risposto molto bene: in quattro giorni sono stati conferiti oltre 300 litri di olio vegetale esausto nel punto di raccolta della Adriatica Oli presente in piazza Bambini del Mondo. In cambio questi attenti cittadini hanno ricevuto olio extra vergine di oliva locale donato da Assam (Agenzia Servizi Settore Agroalimentare delle Marche) e Coldiretti Ascoli Piceno e un detersivo ricavato dall’olio esausto offerto dall’Adriatica Oli.

Molto visitata anche la mostra allestita in sala consiliare di oggetti realizzati con materiale riciclabile da Luigina Carboni, collaboratrice scolastica dell’Isc “Centro”.“Sono anni che San Benedetto aderisce alla Settimana europea dei rifiuti coinvolgendo gli studenti delle scuole – afferma il sindaco Giovani Gaspari – si tratta di iniziative a corollario di un obiettivo strategico dell’amministrazione comunale, il raggiungimento del traguardo dei rifiuti zero, ovvero differenziare tutti i rifiuti ed avviarli al recupero e al riuso.

Questa non è solo una azione civile, ma uno strumento essenziale per raggiungere l’obiettivo di legge del 65% di raccolta differenziata entro i primi mesi del 2013. Un obiettivo che contiamo di conseguire entro i primi mesi del 2013 grazie all’estensione a tutta la città del sistema del “porta a porta spinto”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 185 volte, 1 oggi)