Dal numero 940 del settimanale Riviera Oggi.

Non solo la ristrutturazione della scuola De Carolis. Come già anticipato nel precedente numero di Riviera Oggi, l’amministrazione comunale di Acquaviva sarebbe intenzionata ad ampliare e rinnovare il cimitero cittadino. Un progetto imponente da 287.500 euro, che rientrerebbe nel Piano Pluriennale delle Opere Pubbliche 2013-2015, intento a privilegiare gli interventi che rivestono un maggiore interesse per la collettività.

Il piano prevede la costruzione di centoventicinque loculi, tutti collocati all’interno dell’attuale area cimiteriale. Le dimensioni esterne saranno tali da consentire un agevole accesso del feretro, da favorire un’eventuale estumulazione di feretri destinati ad altra sede o rimossi su richiesta dell’autorità giudiziaria, nonchè disposti in modo da razionalizzare lo spazio per gli addetti e facilitare le operazioni ed i movimenti occorrenti. Le dimensioni interne utili libere avranno quindi la larghezza di 75 centimetri e l’altezza di 70, con una profondità di 225 centimetri. Le tumulazioni in loculi o cellette saranno oggetto di concessione di durata massima novantanovennale.

Verranno inoltre promosse altre opere per mantenere in stato di efficienza soddisfacente la struttura. Quindi via alla manutenzione dei bagni, al rifacimento delle porte di ingresso ai servizi igienici, alla sistemazione dell’impianto elettrico e alla tinteggiatura dei locali interni.

Incluse nel restyling, stavolta di minor consistenza, pure l’ex casa del custode, la cappellina per cerimonie e la camera mortuaria, a cui si sommerà la cura delle aree verdi dell’impianto. Tornando invece alle condizioni dei loculi, sarà controllata la tenuta della guaina impermeabilizzante sulla copertura.

I soldi necessari entreranno in cassa con la vendita dei loculi stessi, procedura che imporrà tempi medio-lunghi. “L’intervento sarà graduale”, informa il sindaco Pierpaolo Rosetti. “La vendita ovviamente non potrà avvenire rapidamente. Man mano che si cederanno i loculi potremo procedere alla ristrutturazione e all’allargamento dell’edificio”.
La volontà di ingrandire il cimitero locale aveva investito pure il predecessore di Rosetti, Tarcisio Infriccioli. Nel novembre di un anno fa infatti, l’ex primo cittadino comunicò ai cittadini l’intenzione del Comune di dare corso all’esecuzione dell’opera, chiedendo pertanto agli acquavivani interessati di manifestare la loro intenzione all’acquisto delle tombe.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 591 volte, 1 oggi)