GROTTAMMARE – Prosegue con successo la diciottesima stagione di proposte culturali organizzata dall’Associazione Blow Up di Grottammare, Macerie Prime: società, culture, opportunità ai tempi della crisi.

Giovedì 22 novembre alle ore 21.15 presso la Sala Kursaal di Grottammare si svolgerà una serata dedicata alla criticità della vita nel carcere. Dalla primavera del 2008, grazie alla collaborazione con la Cooperativa Sociale Koinema, l’Associazione Culturale Blow Up opera all’interno della Casa Circondariale di Marino del Tronto di Ascoli Piceno, attraverso attività di cineforum (visione e discussione di film di qualità) e laboratori di realizzazione cinematografica.

Il mediometraggio che verrà proiettato dal titolo “Mondo dentro”, è proprio il risultato di un laboratorio svoltosi nel 2010.

Si tratta di una docufiction ideata e girata, oltre che interpretata, dai detenuti del carcere che grazie al lavoro di regia dell’insegnante dell’Associazione Blow Up, Sergio Vallorani, hanno potuto sperimentare la forma espressiva cinematografica.

Ne è nato un filmato ricco di intensità emotiva che dà forma ai pensieri, ai desideri e alle paure di chi il carcere lo vive da dentro. La serata prevede anche la proiezione di alcune sequenze tratte da due film italiani recenti, dedicati al tema della vita in carcere: Cesare deve morire di Paolo e Vittorio Taviani e Tutta colpa di Giuda di Davide Ferrario.

Sono previsti gli interventi di Carla Capriotti e Mara Esposto di Radio Incredibile, della direttrice del carcere di Marino del Tronto, dottoressa Lucia Di Feliciantonio, e di Teresa Valiani (direttore responsabile della rivista Io e Caino).

L’ingresso è gratuito con la tessera Fic 2012-2013 che al costo di soli 10 euro offrirà l’iscrizione all’Associazione Blow Up e l’accesso libero a tutte le iniziative della stagione fino al 21 marzo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 157 volte, 1 oggi)