SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è tenuta venerdì 16 novembre presso il Centro Giovani “Casa Colonica” di San Benedetto del Tronto, la presentazione del Progetto “Eurotrip, Piceno: Live it or Leave it?”, gioco di parole che sta a significare: “me ne vado o resto, nel Piceno?”.

L’intero progetto è ideato e sviluppato dalla Provincia di Ascoli Piceno e dal regista Luigi Maria Perotti, con la collaborazione dell’Associazione Culturale Radici Migranti, Regione Marche, Eures Marche, Eurodesk Italia, Centro di Produzione Video San Benedetto del Tronto (presso il Centro Giovani Casa Colonica).

In un momento in cui si parla di “fuga dei cervelli”, di emigrazione culturale e lavorativa, favoriti dalla proliferazione dei viaggi “Low cost”, è sempre maggiore il numero dei giovani che “lasciano” l’Italia per “avventurarsi” alla scoperta delle capitali europee in cerca di “fortuna e lavoro”, ma è alto, anche, il numero di chi, per pigrizia o per pessimismo, preferisce rimanere del proprio luogo d’origine.

Con queste premesse l’ “Eurodesk” e l’Assessorato alle politiche giovanili hanno ideato una sorta di “vademecum” in cui fondere il concetto di viaggio ed opportunità, per accrescere nei giovani il senso di appartenenza nel Piceno.

Il progetto a metà  tra il documentario ed il web movie, vuole tentare di riempire il vuoto d informazione, grazie alla regia di Luigi Maria Perotti, utilizzando un linguaggio giovanile ed un materiale innovativo. Le due ragazze scelte, Elena Cagnetti e Alessandra Bernardini, viaggeranno per 4 capitali europee (Londra, Berlino, Parigi e Bruxelles) e faranno un’esperienza formativa e degli incontri che le aiuteranno ad interrogarsi e magari rispondere alla domanda: “vado via o rimango nel Piceno?”. Il viaggio inizierà il 18 Novembre e si concluderà a Bruxelles, il 5 Dicembre, con l’incontro- confronto con il vice Presidente Vicario del Parlamento Europeo, Onorevole Gianni Pittella.

L’Assessore Pasqualino Piunti ha sposato subito l’idea, ma ha sottolineato più volte che questo progetto “non è un incentivo per rimanere all’estero, ma è un progetto di scambio e di apertura mentale per la valutazione delle alternative Europee” continua, ancora dicendo: “ è un’opportunità per sperimentare ciò che c’è al di là del nostro territorio, ma è anche un’opportunità per promuovere il Piceno all’estero”.

Ogni settimana verrà  pubblicato un video e ci saranno collegamenti radiofonici con Radio Arancia. Tutto il viaggio sarà documentato tramite i social network (facebook, twitter).

Alla fine del viaggio sarà realizzato un cortometraggio “riassunto” in cui si illustreranno le attività svolte e diventerà un materiale didattico/divulgativo sulle opportunità che i giovani possono trovare in Europa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 915 volte, 1 oggi)