SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una bottiglietta di olio extravergine appena spremuto in cambio di un litro di olio esausto. E’ l’idea lanciata da Coldiretti Ascoli Fermo e Comune di San Benedetto del Tronto in occasione della settimana europea di riduzione dei rifiuti.

L’iniziativa avrà luogo venerdì 23 novembre davanti alla sede del municipio rivierasco. In un mini frantoio verranno molite le olive provenienti dalle aziende agricole del territorio. Una bottiglietta dell’olio così prodotto verrà donata a tutti i cittadini che porteranno un litro di olio esausto da destinare allo smaltimento.

“Un modo per sensibilizzare i cittadini sulla necessità di comportamenti sostenibili verso l’ambiente – spiega Paolo Mazzoni, presidente di Coldiretti Ascoli Fermo, ideatore dell’iniziativa assieme all’assessore comunale all’Ambiente, Paolo Canducci – ma anche per promuovere e valorizzare l’extravergine piceno e il lavoro delle nostre imprese, rispetto alla concorrenza sleale dei troppi oli fatti con olive straniere senza che questo sia sempre chiaro ai consumatori”.

In occasione della settimana europea di riduzione dei rifiuti Coldiretti ha realizzato anche un apposito elenco di comportamenti che possono portare ogni famiglia a ridurre di cento chili all’anno l’immondizia prodotta in casa. Tutto ciò con lo scegliere prodotti locali e di stagione, ridurre al minimo gli imballaggi, fare acquisti di gruppo, recarsi alla spesa riciclando le buste, ottimizzare il consumo di energia nella conservazione e nella preparazione dei cibi, evitare di apparecchiare con piatti e bicchieri di plastica.

L’agroalimentare, con oltre i 2/3 del totale, è il maggior responsabile della produzione di rifiuti da imballaggio, che si moltiplicano anche per effetto delle strategie di marketing che puntano molto sulle confezioni per favorire le vendite, e a causa della tendenza alla riduzione dei formati a favore dei single e delle famiglie sempre meno numerose.

Al contrario, facendo più attenzione alla spesa e preferendo l’acquisto di prodotti locali si può arrivare a ridurre i rifiuti di due chili a settimana. Un impegno che viene oggi portato avanti anche nei mercati e nelle botteghe di Campagna Amica, con l’utilizzo sacchetti di carta o di materiale biodegradabile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 413 volte, 1 oggi)