MARTINSICURO – Le linee programmatiche di mandato dell’amministrazione Camaioni oggetto di un acceso dibattito in Consiglio comunale, con le opposizioni che hanno a più riprese criticato la mancanza di progettualità sulle varie opere da avviare a Martinsicuro.

Sicurezza e qualità della vita del cittadino; partecipazione all’azione amministrativa; turismo e sviluppo economico; tutela dell’ambiente e valorizzazione del territorio; solidarietà sociale, cultura e sport: questi i settori su cui le opposizioni hanno chiesto delucidazioni e su cui l’amministrazione ha risposto, tranne che sui temi più sentiti come Piano Spiaggia e cinema Ambra, sui quali è rimasta invece abbottonatissima.

“Le linee programmatiche presentate – ha affermato il consigliere di minoranza Alduino Tommolini di Martin Rosa – confermano come a distanza di sei mesi dalle elezioni Città Attiva non abbia ancora una idea concreta sulle azioni da intraprendere e su come raggiungere gli obiettivi annunciati. Un’amministrazione attenta più ad apparire come il nuovo che non a dimostrarlo con fatti concreti. In questi mesi non si è ancora capito, nei diversi settori, quali siano le priorità e come raggiungerle; non si comprende quale sia la posizione di questa amministrazione sulle attività già programmate”. Tommolini ha poi criticato la mancanza di partecipazione della maggioranza Camaioni nei confronti di opposizione e  cittadini: “un tema che era il cavallo di battaglia di Città Attiva quando era tra i banchi dell’opposizione” ha aggiunto.

“Come è accaduto per decenni – ha aggiunto Massimo Vagnoni (Pdl) – anche questo cambio di amministrazione è stato contraddistinto dal vecchio vizio di non dare tempestiva continuità alle azione di programmazione e sviluppo avviate  (gara per ristrutturazione ex cinema ambra, piano demaniale fermo da sei mesi, Prg, ecc). Di contro stanno andando in esecuzione lavori frutto dell’importante programmazione posta in essere negli anni precedenti (interventi per l’erosione, illuminazione Via Lazio e Via Turone, sottopasso via Colombo, sottopasso via Roma, manutenzione straordinaria strade, biotopi costieri, pinete, piste ciclabili). Ciò contraddice quanto sostenuto da Città Attiva in campagna elettorale sull’operato di chi li ha preceduti”.

L’intervento di Vagnoni ha suscitato l’irritazione dell’assessore ai Lavori Pubblici Andrea D’Ambrosio che, in una risposta dai toni piuttosto accesi, ha letto i vari punti delle linee di mandato della precedente amministrazione Di Salvatore, elencando i progetti non realizzati. “Siete in grado di fare solo critiche – ha attaccato D’Ambrosio – senza affiancare proposte”.

“L’assessore si è preoccupato di dire ciò che non ha fatto la precedente amministrazione – è intervenuta Simona Antonini (Pd) – ma ancora una volta ha sviato le sue risposte su ciò che farà questa amministrazione”.

Ma è stato su Piano Spiaggia e cinema Ambra che si è soffermato principalmente il dibattito, con le opposizioni che hanno chiesto più volte di conoscere le intenzioni dell’amministrazione, senza ottenere risposte in merito. “In queste linee programmatiche – ha affermato Andrea Buonaspeme (Pd) – non c’è la visione della Martinsicuro del futuro. Non c’è identità, si naviga a vista. Come cittadino vorrei avere delle certezze sui progetti da realizzare. Che idea avete ad esempio del centro cittadino? Come intendete procedere con il cinema Ambra? E come state rielaborando il Piano Spiaggia?”

“Come avete intenzione di reinvestire i 550mila euro del mutuo che erano destinati al cinema? – ha aggiunto Vagnoni – Noi di Progetto Comune avevamo proposto di dirottarli per la messa in sicurezza delle scuole, o per il rifacimento di piazza Cavour. Che progetti ha invece l’amministrazione? Perché tenete ancora fermi i fondi?”

“Non nascondiamo nulla – è stata la risposta dell’assessore al Demanio Massimo Corsi – ma prima di esprimerci dobbiamo valutare bene come procedere per evitare di commettere errori. Certamente abbiamo le nostre idee in merito e le esporremo quanto prima alle opposizioni e ai cittadini”. Corsi ha poi affermato che a rallentare i lavori sul Pdmc ci sarebbe un documento inerente il biotopo costiero che tarda ad essere nelle disponibilità dell’amministrazione. “A parte le questioni formali – hanno rincarato Vagnoni e Buonaspeme – non potreste esporci almeno la vostra idea di Piano Spiaggia?”

A mettere una pezza ha provveduto il sindaco Camaioni, che ha dato qualche generica indicazione, contrariando l’assessore al Demanio che avrebbe invece preferito rivelare le caratteristiche del Piano Spiaggia solo a lavori ultimati. “Quest’amministrazione – ha affermato il sindaco – è tutt’altro che sprovveduta come qualcuno sostiene. La nostra idea è quella di un Piano Spiaggia meno impattante, con la salvaguardia dell’arenile libero e una diversa redistribuzione dei manufatti. Porteremo avanti i principi che abbiamo sostenuto quando eravamo in minoranza”.

Sul cinema Ambra il Pd ha chiesto rassicurazioni sulla volontà dell’amministrazione di procedere con la realizzazione di un centro aggregativo: “Martinsicuro necessita di una sala polifunzionale dove dare spazio ad attività per i giovani – ha affermato Buonaspeme – e se non si proseguirà in questa direzione, il Pd è pronto a fare le barricate”. Il consigliere di minoranza ha chiesto poi delucidazioni sulle voci di un parcheggio in piazza Cavour da realizzarsi al posto del cinema Ambra.

“La costruzione del teatro è legata alla disponibilità di fondi – ha risposto D’Ambrosio – Stiamo raccogliendo dati per affidare a dei tecnici l’incarico per un progetto sostenibile, sia dal punto di vista economico che ambientale. Procederemo intanto con la demolizione e  quando ci saranno fondi e progetto si realizzerà l’edificio. La demolizione sarà una situazione solo temporanea”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 732 volte, 1 oggi)