SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo Palma Del Zompo, anche l’associazione Ambiente e Salute nel Piceno scuote l’amministrazione comunale: “E’ ormai giunto il tempo che il Consiglio decida di schierarsi senza se e senza ma al fianco dei cittadini. Non ci bastano più le ammissioni di colpa sulla mancata informazione e sulla sbagliata gestione del problema. Ci siamo incontrati più volte con la quasi totalità dei consiglieri comunali, per sondare la loro disponibilità ad approvare un atto amministrativo efficace nel tutelare i diritti dei cittadini avendone dei riscontri molto positivi”.

La preoccupazione di Ambiente e Salute è aumentata nelle ultime ore, alla luce di quanto venuto fuori dalla riunione della Commissione sullo stoccaggio del gas. Il movimento ha pertanto deciso di presentare a tutti i gruppi consiliari una proposta di delibera a tutela del diritto alla proprietà da parte del singolo cittadino.

Tale delibera, basandosi sugli articoli della Costituzione 41 (diritto all’impresa) e 42 (diritto alla proprietà), chiede che il Comune di San Benedetto del Tronto approvi tale azione e si schieri al fianco dei propri cittadini, “esigendo, come previsto dalle leggi, la formulazione immediata di un piano di indennizzi ai cittadini ed al Comune stesso nonché la verifica da parte del Ministero che tale cifra sia congrua e l’immediata liquidazione di tutti gli aventi diritto in caso di approvazione della centrale. Chiediamo che tale delibera sia votata ed approvata nel prossimo consiglio comunale. Oltre che un atto di tutela si dimostrerebbe un chiaro atto che il Consiglio è completamente dalla parte dei cittadini”.

Nessun margine di trattativa, considerato che “ogni atto che sia diverso e inferiore ad una delibera, ad esempio una mozione, sarebbe soltanto autoreferenziale, privo di ogni effetto pratico, e segnerebbe ancor più l’ambiguità e l’indifferenza verso la volontà dei sambenedettesi”. Ambiente e Salute nel Piceno promuoverà un incontro pubblico di verifica e di mobilitazione per fare il punto della situazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 300 volte, 1 oggi)