SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una situazione che per alcuni residenti non è più tollerabile quella che vivono nella zona dietro la Chiesa di Cristo Re nel quartiere Porto d’Ascoli Centro. “Macchine parcheggiate in modo selvaggio e traffico spesso bloccato”, commentano alcuni residenti. Una soluzione quella del Comune, presentata dall’architetto Piergiorgio Federici,  con tre possibili variabili.

Si è svolta il 12 novembre l’assemblea cittadina del quartiere che ha visto al confronto le esigenze dei residenti e le proposte del Comune rappresentato dall’assessore alla Viabilità, Luca Spadoni.

Si è parlato di mettere a senso unico le vie Rossetti e Farinelli e Toti, lasciando aperta la scelta della direzione oppure come terza opzione di lasciare le cose come stanno, visto che durante l’assemblea alcuni dei presenti hanno avallato questa ipotesi. Si è chiesto al presidente di quartiere Elio Core di presentare nel dettaglio le varie soluzioni ai cittadini e di comunicarle poi all’Amministrazione. A quel punto la platea ha formato un’unica voce nel dire “A prescindere dalla decisione finale vorremmo non fossero tolti i parcheggi, anzi dovrebbero essere potenziati in qualche maniera”.

Durante la seduta si è chiesto anche un sopralluogo ed un incontro, con il dottor Frittelli della Rete Ferroviaria delle Marche, per il sottopasso di via Mare con queste motivazioni: “Per evitare pericoli alla collettività, consentire ai diversamente abili di poter usufruire del servizio, attraversare l’adiacente passaggio pedonale senza ostacoli, consentire ai ciclisti e pedoni di transitare incolumi nel corridoio che è stretto, buio ed inidoneo alle specifiche funzioni richieste”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 429 volte, 1 oggi)