SAN BENEDETTO DE TRONTO – La Fiba  Confesercenti  interviene sulle chiusure invernali agli chalet, chiedendo una variante al Piano Spiaggia, e sul comportamento del presidente dell’Itb  Giuseppe Ricci. Per l’associazione di categoria capitanata da Sandro Assenti non sempre gridando si ottengono risultati

Riceviamo e pubblichiamo:

“Nei giorni scorsi a San Benedetto del Tronto molti concessionari di spiaggia si sono rivolti alla nostra associazione perché preoccupati nel mettersi in regola con la chiusura invernale delle strutture balneari.

Per intenderci con il piano di spiaggia approvato nel 2010 vengono regolamentate le chiusure invernali che i concessionari eseguono per proteggere le proprie strutture da atti vandalici o altro.

Queste devono essere trasparenti, devono rendere possibile la visuale, di materiale non oscurante, devono rispettare una certa altezza, ma cosa più difficile da realizzare devono comunque lasciare un varco di 2,50 metri per il libero transito verso il mare e questo capirete è stato il motivo del contendere. Inoltre in virtù del piano di spiaggia nel marzo scorso la Guardia di Finanza ha eseguito dei controlli e denunciato – nel caso di demanio le denunce sono sempre penali- i concessionari che non avevano ottemperato a tale regolamento.

Sollecitati abbiamo contattato personalmente l’assessore competente Paolo Canducci che ha convocato le associazioni di categoria Fiba Confesercenti Sib Confcommercio, Assobalneari, Associazione albergatori e Itb.

Sono state convocate le associazioni non tutti i concessionari, ognuno si è presentato con due o tre rappresentanti per la Fiba Confesercenti Ilenia Illuminati come responsabile regionale, Serafino Bernardini con referente per Sbt e Andrea MAnfroni geometra che aveva seguito in passato l’ iter per il piano di spiaggia, documentanto tra l’altro che nelle ben 60 modifiche che la Fiba Confesercenti nel 2009 aveva proposto all’Amministrazione c’era anche questa del varco che però non è stata accettata ed è stata voluta dal Consiglio comunale così come si presenta oggi.

All’inizio della riunione in una sala contenente circa 20 persone al quarto piano del comune il signor Ricci si è presentato con una quindicina di persone e pretendeva che tutte assistessero alla riunione, l’assessore lo ha invitato come rappresentante associazione, ad entrare, più volte in modo educato ma lui opponeva la partecipazione di tutti il suo seguito, finché ha deciso di andar via, cosa sia successo dopo ci è stato raccontato solo successivamente a riunione conclusa.

La nostra riunione è seguita regolarmente e dopo ampia discussione si è così conclusa, per quest’anno il regolamento resta questo e le regole da rispettare sono scritte.. varco, marca da bollo, progetto ecc, abbiamo chiesto però di modificare il piano spiaggia attraverso una variante che chiederemo a gran voce ma che ha tempi diversi e ovviamente più lunghi.

All’uscita dall’incontro da personale del comune ci è stato raccontato Ricci e il Sindaco avevano un violento scambio di vedute fuori sulla piazzetta gli stessi che erano convenuti con Ricci erano ad aspettarci per sapere cosa si fosse deciso.

Comunichiamo quindi che il regolamento comunale riguardante le chiusure è quello in vigore ma abbiamo già chiesto una variante al piano di spiaggia, inoltre dagli uffici comunali ci è stato chiesto di sollecitare a tutti i concessionari la rimozione delle opere realizzate negli stabilimenti a carattere stagionale, per non incappare in eventuali controlli e verbali.

Ci dispiace per quanto accaduto, capiamo il momento di difficoltà economica, sociale ed emotiva che tutti viviamo in particolare noi balneari che dopo il 2015 non abbiamo futuro, pur avendo avuto un lungo passato e aver fatto la storia de turismo italiano. Crediamo però che il sindacato a qualunque livello a maggior ragione in questo momento debba tenere gli animi calmi e cercare di raggiungere anche gli scopi più difficili con tutta l’ educazione e la tranquillità possibili . Non sempre gridando si ottengono i risultati spesso è nel silenzio che si riescono ad ottenere le vittorie migliori.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 405 volte, 1 oggi)