SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo una settimana difficile condita da tensioni e colpi di scena, la Samb è pronta a convertire la propria rabbia in energia positiva da consumare sul campo. Il rammarico per il pareggio conseguito contro l’Ancona resta ancora acceso anche se, dall’allenamento odierno, traspare tutta la voglia di strappare i 3 punti al prossimo avversario, il Termoli.

“Sappiamo di affrontare una squadra forte – ha dichiarato il difensore centrale Giuseppe Aquino – ma io personalmente non ho mai temuto nessuno. So di avere dei compagni all’altezza della situazione e sono sicuro che quella di sabato sarà una bella partita”.

Partite facili, come ha sempre sostenuto mister Palladini, non esistono ed infatti anche questa volta i rossoblu incontreranno un gruppo che potrebbe risultare scomodo considerando che i molisani, attualmente, vantano un terzo posto a pari merito con i dorici e la presenza di un attaccante, Bartolini, che vigila sui piani alti della classifica marcatori.

“I numeri sono un dato di fatto – prosegue Aquino – ma noi abbiamo la consapevolezza di essere forti. Ora il gruppo è più affiatato e l’intesa è aumentata. Inizialmente facevamo fatica perché non ci conoscevamo bene ma adesso so, ad esempio, come devo e posso servire giocatori come Napolano, Pazzi, Shiba, Santoni. Sono ancora molto amareggiato per i due punti persi domenica scorsa anche perché la nostra superiorità è stata evidente ma ora quel momento è passato e dobbiamo pensare a vincere le prossime gare. Il nostro problema, si sa, è emerso dalle reti subite su palle inattive ma credo che questo dipenda dalla mancanza di attenzione. Cosa fare per migliorare questo aspetto? Metterci sicuramente più cattiveria”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 535 volte, 1 oggi)