CAMPOFILONE – Un tripudio di sapori che si uniscono tra Marche ed Emilia Romagna. Maccheroncini di Campofilone e Formaggio di Fossa di Talamello si gemellano con una cerimonia ufficiale domenica 11 novembre.

Questo matrimonio del gusto tra le due eccellenze gastronomiche di Marche ed Emilia Romagna conosciute e apprezzate in tutto il mondo si svolgerà in occasione della Fiera dell’Ambra. Dopo l’arrivo degli espositori , alle ore 11 e 15 l’inizio della cerimonia di gemellaggio alla presenza dei due sindaci che si scambieranno un omaggio simbolico presso il Museo Gualtieri.

Una delegazione composta da esponenti del Comune di Campofilone guidata dal sindaco Ercole d’Ercoli e dal vicesindaco Stelio Cannella unitamente alla locale Pro Loco, alle autorità del territorio Fermano e ad alcuni produttori locali  si recherà nel paesino per sigillare il gemellaggio all’insegna del gusto in concomitanza con l’evento espositivo.

Il nome del “formaggio di fossa” viene da un’intuizione dello scomparso maestro Tonino Guerra per rendere omaggio al prelibato latticino stagionato nelle fosse scavate nella roccia arenaria, come da antica tradizione introdotta nel Medioevo.

La cittadina romagnola sceglie ogni anno un prodotto italiano per la manifestazione e questa edizione, dopo il lardo di colonnata, il ciauscolo dei sibillini, la patata di Budrio e la cipolla di Cannara, sarà la volta dei maccheroncini di Campofilone.

I maccheroncini di Campofilone in trasferta saranno preparati con cura dai maestri chef del posto ed abbinati al prodotto tipico di Talamello, un formaggio al top di gamma la cui trasformazione in fossa viene mantenuta attraverso una unica infossatura annuale.

Negli stand gestiti dalla Pro Loco, oltre che nei ristoranti del centro, si troveranno appetitosi e originali menu a tema. Incontri, conferenze e spettacoli arricchiranno come di consueto le giornate della fiera. Il tutto abbinato dai maestri del gusto con vini pregiati, eventi dedicati all’arte ed alla scoperta delle bellezze locali. Per il Maccheroncini di Campofilone questo rappresenta un altro riconoscimento alla qualità del prodotto ormai consolidata ed alla sua notorietà oltre che traino dell’economia locale del territorio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 180 volte, 1 oggi)