GROTTAMMARE- Sale l’attesa per la fiera dell’anno. Con lo slogan “la pace non si vende ma si offre”, per la fiera di San Martino torna in piazza Fazzini il Chiosco della Pace.

Al suo interno sarà costruito un grande puzzle, realizzato con i messaggi di pace che ogni bambino consegnerà ai volontari della Consulta per la fratellanza tra i popoli.

Il chiosco sarà attivo dalle ore 9.30 alle ore 19, esclusivamente nella giornata di sabato 10 novembre. L’iniziativa, che si ripete ormai da svariati anni ha  l’intento di promuovere la conoscenza dei diritti umani tra i più giovani, ha portato anche quest’anno la Consulta per la fratellanza tra i popoli nelle Scuole per l’Infanzia e Primaria di Grottammare.

Il progetto “Puzzle della Pace” traduce in concreto l’idea che la costruzione della pace e del rispetto degli altri è un lavoro collettivo, realizzabile cioè con l’aiuto e le capacità di ognuno. Il “Puzzle” ricalca il senso del Libro della Pace (oggi conservato nella biblioteca comunale “Rivosecchi”), composto da tante pagine quanti sono stati i bambini partecipanti, e della Tela della Pace – di cui uno “scampolo” è conservato nella Sala delle sedute consiliari.

Oltre ai bambini delle scuole cittadine, l’invito a fare una visita alla “bancarella” della Consulta è rivolto a tutti.

I più piccoli potranno intrattenersi con giochi e altre attività di svago mentre gli adulti potranno conoscere i progetti di solidarietà promossi dal comune di Grottammare.

I volontari della Consulta ringraziano sin da ora i docenti e le famiglie per l’accoglimento della proposta e la fattiva collaborazione

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 362 volte, 1 oggi)