SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si chiamerà olio extra vergine d’oliva “Piazza Bambini del Mondo” e sarà realizzato con il contributo degli studenti della scuola “Bice Picentini” che questa mattina, martedì 6 novembre, hanno raccolto le olive delle piante antistanti il palazzo municipale.

L’iniziativa fa parte di un progetto di educazione alimentare e culturale pensato dalla dirigente del settore cultura, turismo e istruzione scolastica Renata Brancadori e realizzato in collaborazione con il direttore del Servizio Parchi e Giardini Lanfranco Cameli e la dirigente dell’Istituto Scolastico Comprensivo Centro Stefania Marini. L’idea, finalizzata alla preparazione di un prodotto basilare per l’alimentazione, ha coinvolto le classi 2° e 4° A della scuola “Piacentini” con le insegnanti Giulia Quinzi, Vincenzina Di Crescenzo, Maria Teresa Rosini e Anna Maria Spinelli che stanno svolgendo lezioni riguardanti la produzione dell’olio.

Questa mattina, dopo una breve spiegazione delle modalità di raccolta delle olive da parte di Lanfranco Cameli, i bambini muniti di rastrelli hanno raccolto le olive aiutati dagli operai comunali. Giovedì 8 novembre i ragazzi si recheranno presso il Frantoio & Biofattoria “Aleandri” di Borgo Miriam di Offida dove potranno scoprire tutte le fasi di trasformazione delle olive in olio e produrre il prodotto con etichetta “Piazza Bambini del Mondo”. L’olio così ottenuto sarà servito sulla tavola della mensa della scuola “Piacentini” e sabato 24 novembre durante la merenda dell’Open Day presso la Biblioteca Comunale “Lesca”.

“Con questo progetto di educazione alimentare – dichiara l’assessore all’istruzione Margherita Sorge – i nostri ragazzi si avvicinano alla terra conoscendone i frutti e i processi della loro trasformazione. Ma l’idea ha anche lo scopo di accompagnare i bambini verso una scelta più consapevole dei cibi educandoli ad una sana alimentazione visto che il frantoio nel quale verranno lavorate le olive è specializzato in produzione biologica”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 361 volte, 1 oggi)