Samb e TPS. E’ poca cosa quella che sto per dire ma potrebbe rivelarsi un segnale importante per il futuro. In qualità di presidente dell’associazione Tifosi Pro Samb propongo un piccolo ma significativo gesto da parte di quei tifosi che hanno versato e non hanno ritirato la quota versata sulle casse della TPS: pagare per conto della società la multa di 1500 euro.

Nulla di eccezionale, nè è possibile farlo anonimamente perché serve l’approvazione, prima da parte dei soci poi da parte della Samb per l’accettazione. Per quello che riguarda i soci, basta che un solo socio non accetti la proposta per farla cadere. E’ sufficiente una mail, che terrò segreta, indirizzata al sottoscritto (info@riviera oggi.it che vedo solo io) per annullare la mia proposta. Tempo disponibile i prossimi sette giorni.

Come dicevo all’inizio, è un gesto piccolo, molto piccolo, ma che potrebbe diventare grande se servirà per far capire a certe persone che, se si vuole aiutare la Samb, è possibile farlo soltanto con lo spirito che anima e ha animato tutti coloro che hanno aderito alla TPS e tutti quelli che ne hanno approvato l’iniziativa. Sono certo, infatti, di una cosa: tra i soci non c’è sicuramente chi tira oggetti in campo ma quasi sicuramente chi rischierebbe di denunciare i male intenzionati anche a rischio di essere bastonato.

Aspetto notizie. Nell’attesa, qualcuno mi accuserà di demagogia. Io guarderò e passerò perché so che non è così e mi basta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.131 volte, 1 oggi)