MONTERUBBIANO -Nella mattinata del 30 ottobre, al termine di una complessa ed articolata attività di indagine coordinata dalla squadra mobile di Firenze con la collaborazione, in ambito locale, della Squadra Mobile di Ascoli Piceno e del Commissariato di Fermo che hanno effettuato i sopralluoghi e gli accertamenti sul posto, sono state eseguite tre ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emesse dal Gip del Tribunale di Firenze nei confronti di:

Daniela Cionfrini, classe 1968, dipendente della Ditta Faam spa di Monterubbiano;
Andrea Salvatelli, classe 1970, referente della società Faam spa;
Luca Tomassini, del 1959, azionista della società Faam Spa .

I fatti contestati riguardano la spartizione sistematica e a rotazione degli appalti di Trenitalia Spa, di Sepsa Spa e di Metrocampania Nordest Spa, grazie alla connivenza di Pubblici Ufficiali infedeli preposti alla gestione delle gare nell’ambito delle società di rispettiva appartenenza.

Le indagini hanno consentito di accertare l’esistenza di accordi permanenti tra Pubblici Ufficiali, addetti alla gestione delle gare di appalti ed imprenditori, finalizzati alla turbativa d’asta con l’obiettivo di favorire le società aderenti al “cartello”, comunicando anticipatamente informazioni riservate relative alle singole gare e molto spesso predisponendo addirittura bandi di gara su misura, per garantirne la sicura aggiudicazione.

Sono stati inoltre evidenziati e documentati numerosi casi di corruzione, che consistono nella ricorrente dazione di somme di denaro ed utilità di vario genere (viaggi, buoni benzina, computer, Ipad etc) dagli imprenditori favoriti ai funzionari infedeli che li hanno nel tempo sistematicamente avvantaggiati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 831 volte, 1 oggi)