SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono iniziati nella mattinata di lunedì 29 ottobre, ad opera della ditta San Francesco scavi per conto della Ciip, i lavori di rifacimento delle condotte fognarie e idriche di via Monte San Michele.

L’intervento, da molto tempo in progettazione e slittato più volte a seguito di diversi ostacoli di natura burocratica intervenuti nei mesi, costerà circa 70mila euro, durerà 60 giorni come da contratto e interesserà per stralci il tratto della strada che va dalla Statale Adriatica fino all’incrocio con viale De Gasperi.

Esso consisterà nella creazione di due condotte separate: una per le acque “bianche”, cioè piovane, destinate ad essere convogliate verso l’impianto di sollevamento ubicato in via Asiago e quindi, attraverso il torrente delle Fornaci, al mare, e una per le “nere” da convogliare nella rete fognaria collegata al depuratore. Inoltre, sarà interamente sostituita la condotta dell’acqua potabile. Terminati i lavori sotterranei, si procederà al rifacimento di marciapiedi e asfalto. Quest’ultimo intervento sarà eseguito dal Comune verosimilmente nel nuovo anno per dar modo al fondo stradale di assestarsi, è stato affidato alla ditta Lupi e costerà all’incirca 40.000 euro.

Questa è una zona su cui non si interveniva da decenni – spiega l’assessore Leo Sestri – e il sistema fognario non era più in grado di reggere alle esigenze dell’espansione urbanistica nel frattempo verificatasi. Voglio sottolineare come il confronto con il quartiere, svoltosi in più occasioni, ha permesso di definire un progetto complessivo che riqualificasse in un’unica soluzione rete fognaria, rete idrica, asfalti e marciapiedi. Il problema degli allagamenti che affligge da anni via Monte San Michele sicuramente si attenuerà, anche se per una soluzione definitiva è necessario mettere mano ad un intervento sulle fogne della zona a monte della Statale Adriatica che oggi, in occasione delle piogge intense, scarica enormi quantità d’acqua e fango proprio su via Monte San Michele.

Proprio martedì scorso – prosegue Sestri – io e il Sindaco abbiamo avuto un incontro con i tecnici della Ciip nel corso del quale ci sono stati illustrati i progetti preliminari appena approvati per i quattro grandi progetti che l’azienda vuole attuare per risolvere definitivamente il problema degli allagamenti in città.

Tra questi c’è appunto quello di sistemazione della zona collinare. Si tratta di interventi che dovranno essere poi sottoposti all’approvazione dell’Ambito territoriale ottimale (ATO) ed essere così ammessi a finanziamento. Ci auguriamo di poter vedere i primi concreti risultati entro il prossimo anno”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 348 volte, 1 oggi)