ANCONA – In settimana, l’allenatore sutorino, Carlo Recalcati, aveva rammentato l’importanza di questa sfida tra due squadre che hanno lo stesso obiettivo – la salvezza-, sottolineando che più che giocare bene era fondamentale uscire dal parquet con 2 punti in tasca. Il problema è che la Sutor non è riuscita in nessuno dei due intenti, lasciando un poco preoccupati gli addetti ai lavori ed alquanto amareggiati gli spettatori.

Nei primi minuti di gioco, la Sutor si presenta ben schierata in difesa e propone un gioco veloce, ma i tiri risultano spesso affrettati e poco precisi, tanto da dare l’impressione di faticare a carburare. Dal canto suo, anche la Vanoli Cremona appare disorientata. Con una tripla di Kyle Johnson (pregevole per come è stata costruita),  Montegranaro cambia ritmo e sale (11-8). La palla gira di più ma, dal settimo minuto di gioco circa (dopo il canestro di Mazzola del 15-8)  fino al termine del parziale, i ragazzi di Recalcati non segneranno più. Negative certo le percentuali della padrona di casa, sebbene anche i Lombardi abbiano le loro difficoltà e le loro gatte da pelare. Nello stesso periodo di gioco, infatti, questi ultimi fanno dondolare la retina solo con il tiro di Aaron Johnson che segna un 15-10 sul tabellone, che rimarrà fisso fino allo scadere dei secondi.

Il secondo quarto si apre sulla falsariga del primo: si fa fatica a realizzare, i tiri non sono precisi e quando trovano il ferro è già una fortuna. La Sutor risente degli infortuni di Burns, Di Bella e Slay, comunque in campo. All’ennesimo errore dei suoi coach Recalcati, al quarto minuto e mezzo di gioco si vede costretto a richiamare la squadra in panchina: è evidente la confusione che regna in campo e la difficoltà di portare a buon fine un qualsiasi schema tecnico. Purtroppo non basta neanche la strigliata dell’allenatore a svegliare i Gialloblu, che continuano a commettere falli su Kotti. Alla fine, nemmeno troppo dannosi, visto che il centro della Vanoli realizza i liberi con una percentuale del 50%. A continuare su questa strada la Sutor ci rimette il vantaggio e viene sorpassata sul 21-22 proprio ad opera di Kotti. Da questo momento le due squadre non riescono a guadagnare punti a scapito l’una dell’altra e il parziale finisce sui tiri liberi segnati da Campani (grazie al fallo subito dal solito Kotti) e su un’ultima mestissima azione in cui i Sutorini fanno scadere i secondi senza provare il tiro (26-26).

Al rientro dall’intervallo fra i due tempi, partono forte i Cremonesi e guadagnano rapidamente quel vantaggio che avevano cercato nel parziale precedente: merito di Johnson, Harris e Jackson che portano la propria squadra a +6 già dai primi minuti (26-32). Rispondono  a “mozzichi e bocconi” i  padroni di casa e riescono a tratti a ridurre il divario per poi facilitare di nuovo le iniziative di Cremona. A due minuti e mezzo dalla fine del quarto, una bomba di Capitan Di Bella, fa sperare in un rientro in grande stile della Sutor (39-40), ma i giocatori della Vanoli, tra cui l’ex di turno Luca Vitali riprendono in mano la situazione e non permettono a Montegranaro di rimettere la testa avanti. Il quarto, chiusosi sul 41-47, visto globalmente, risulta davvero deludente, con una Sutor priva di carattere e irriconoscibile, se si prende in considerazione l’ultima bella prestazione casalinga contro Bologna. Persa sì, ma con onore. Cremona fino ad ora ha dimostrato di essere un pelo superiore a Montegranaro: non brilla nessuno per atleticità e le percentuali languono da ambo le parti (Cremona totalizza un 39% nei tiri da due e un 33% in quelli da tre; la Sutor ancora peggio: 36% da due e 33% da tre).

Riparte di slancio Montegranaro nell’ultimo quarto. Burns e Di Bella realizzano quasi subito, ma poi una mitragliata di falli vanno a rallentare il ritmo e a dare il tempo a Cremona di attrezzare meglio la difesa. Dal canto gialloblu la difesa fa acqua più di una volta visto che le penetrazioni che subisce da Aaron Johnson somigliano  a passeggiate serali su autostrade deserte. Si fatica a riguadagnare terreno, ma, incredibile!, ci si riesce proditoriamente e si arriva a -2 (49-51). Dopo tre minuti di gioco Slay si carica di un fallo che Recalcati contesta alla terna arbitrale e lo induce a chiamare il time-out. Ma la Sutor non reagisce e i Lombardi rosicchiano altri punti grazie ad Huff e Harris. Quest’ultimo risponde con una bomba al precedente tiro dall’arco di Slay (56-62). Burns che con la sua fisicità sembra promettere una presenza efficace sotto canestro, alla resa dei conti, invece, risulta il meno concentrato e va a caricarsi di due falli quasi consecutivi che regalano a Cremona 3 dei 4 liberi totali (62-67). Il bello della Sutor di quest’anno, però, è che, quando meno te l’aspetti, riesce a trovare i tempi e i modi giusti per riacciuffare un risultato che sembra ormai definitivo. Così un canestro di Steele e una tripla di Cinciarini portano le due formazioni al primo tempo supplementare (67-67).

Ma già dall’avvio dello stesso, si vede il diverso temperamento: attacca duro la squadra di coach Caja e realizza subito 6 punti. Troppi errori e punti col contagocce decidono le sorti della gara: nonostante Jackson e Huff escano per 5 falli (il che dimostra che si sono battuti fino all’ultimo), Montegranaro non riesce a trarne vantaggio, priva ormai di coerenza e di mordente. La padrona di casa cade ancora sul campo amico sul 74-80.

 

TABELLINO: Fabi Shoes Montegranaro-Vanoli Cremona  74-80.
FABI SHOES MONTEGRANARO: Steele 14 (6/9, -/-), Cinciarini 11 (3/11, 1/1), Panzini 0 (-/-, 0/1), Vallasciani n.e., Slay 11 (3/9, 1/4), Piunti n.e., Campani 4 (1/1, -/-), Di Bella 9 (1/2, 1/1), Mazzola  2 (1/4, 0/1), Johnson 13 (5/10, 1/4), Andrews 4 (1/4, 0/1), Burns 6 (3/5, 0/2). All.: Carlo Recalcati.
VANOLI CREMONA: Vitali 7 (0/4, 1/4), Kotti 13 (5/7, -/-), Jackson 11 (3/11, 1/4), Belloni n.e., Contin.e., Ruini 2 (1/1, -/-), Johnson A. 12 (3/5, 0/1), Harris 21 (6/14, 2/2), Huff 9 (3/5, 1/4), Stipanovic 5 (1/1, -/-), Cazzaniga n.e. All: Attilio Caja
Arbitri: Cicoria, Lanzarini, Barni.
Note: Parziali 15-10, 11-16, 15-21, 26-20, 7-13. Tiri da due Montegranaro 25/55, Cremona 22/48. Tiri da tre Montegranaro 4/15, Cremona 5/15. Tiri liberi Montegranaro 14/18, Cremona 21/33. Assist Montegranaro 9, Cremona 11. Stoppate Montegranaro 2, Cremona 2. Schiacciate Montegranaro 1, Cremona 1. Rimbalzi totali Montegranaro 38, Cremona 44.
Usciti per 5 falli: Jackson (Cremona), Huff (Cremona)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 194 volte, 1 oggi)