CELANO –  Molta confusione in conferenza stampa, con animi caldissimi e un ambiente difficile, anche per noi giornalisti, destinatari di sguardi iracondi e occhiate di fuoco.

SPADONI:  Secondo me la Samb rischia solo una sanzione disciplinare, penso economica. Ho parlato personalmente con il guardalinee e gli ho anche chiesto scusa a nome della società: lui mi ha risposto che sentiva solo dolore alla gamba destra poiché era stato colpito da un oggetto lanciato dai tifosi della Samb. Ha chiesto solo di essere medicato. L’arbitro quindi non ha sospeso la partita ma l’ha soltanto interrotta: infatti ha fatto solo due fischi. Peccato che tutto sia nato da un gol regolarissimo di Puglia.

BOZZI (medico Samb):  io ho visto il guardalinee che non aveva nessun tipo di ferita, e la sospensione della partita non era giustificabile, probabilmente ha preso solo un po’ di paura, sembra che sia stato colpito da un caffè Borghetti vuoto. L’arbitro e il guardalinee stesso nonostante le nostre sollecitazioni non hanno voluto invertire i collaboratori come di solito si fa in questi casi.

PALLADINI Sapevo che avremmo giocato in un campo difficile e contro una squadra con buone individualità. E’ stata una battaglia, siamo stati bravi a crederci. Le nostre difficoltà sono sempre le solite, sicuramente dobbiamo rivedere qualcosa. Ho sempre detto che non esistono partite facili e i risultati rocamboleschi di oggi ne sono una prova. I ragazzi hanno dimostrato carattere: Carpani è cresciuto tantissimo, ma un plauso va anche a Tracchia e Carminucci. Quando mi sono avvicinato ai tifosi ho detto loro di non tirare oggetti in campo, ma con onestà non ho visto ferite o contusioni sul guardalinee. Sicuramente il guardalinee era intimorito, mi sembra strano che l’arbitro abbia deciso di non invertire i due.

SHIBA:  Sapevamo che oggi era una gara difficile, il campo era pesantissimo e noi, nonostante i tacchetti a sei, facevamo fatica a restare in piedi, abbiamo pertanto cercato di giocare con lanci lunghi.

PUGLIA:  abbiamo sofferto il campo pesantissimo, il mio gol era regolare perché Pazzi stava davanti a me. Penso che non abbiamo giocato male e riguardo all’episodio  del guardalinee, secondo me, i tifosi non hanno tirato niente, io stavo su quella fascia  ed ho visto soltanto tappi d’acqua. Il guardalinee ha avuto solo paura e, alla fine, l’arbitro lo ha convinto di tornare al suo posto.

CARPANI:  Sono più contento della vittoria che della mia doppietta, certo che ho preso gusto a segnare, tre gol in due  partite ma il merito è tutto dei miei compagni. Se offro una cena a Napolano per gli assist? Non solo a lui, ma a tutta la squadra (noi di rivieraoggi abbiamo la registrazione di quest’ultima, importantissima, affermazione). Loro si trovano nei bassifondi della classifica ma hanno giocato alla morte con molta aggressività. Noi, a centrocampo, abbiamo corso molto, anche perché cercavamo di andare a riprendere il pallone nella loro trequarti, il Celano comunque non merita la brutta classifica che ha. Cosa mi aspetto per la partita di domenica? Mi aspetto tante persone.

CARMINUCCI:  Sono contento dei complimenti personali ma devo ringraziare i compagni di difesa che mi aiutano. Non penso di aver conquistato il posto definitivamente c’è da lottare ogni settimana per conservarlo. Il guardalinee oggi ha voluto fare il protagonista ed io l’ho sentito esclamare più volte “ho paura, ho paura”.

MONTI:  Oggi non meritavamo assolutamente di perdere, questa sconfitta non l’abbiamo proprio digerita. Noi comunque continuiamo per la nostra strada. Non siamo all’ultima spiaggia e ci rifaremo

MARINI:  L’arbitro ha sospeso soltanto momentaneamente la partita sostenendo che volavano monetine contro il guardalinee poi mi ha chiamato come capitano dicendomi che voleva un comunicato tramite altoparlante per calmare gli animi. Altrimenti avrebbe sospeso definitivamente la gara. Sono andato dai nostri tifosi i quali mi hanno detto di non aver tirato niente, alla fine parlando con l’arbitro l’abbiamo convinto a riprendere la gara. Certo sarebbe stato grave sospendere la partita per motivi assolutamente non gravi. Noi abbiamo rivisto in video il gol di Puglia e confermo che era regolare. Speriamo di giocare domenica al Riviera e soprattutto speriamo che l’arbitro non calchi troppo il referto. Oggi abbiamo subito un altro gol su calcio piazzato: e questo è il nostro difetto peggiore, dobbiamo migliorare nelle marcature. Sin dall’inizio abbiamo creduto a questa vittoria, anzi dopo il pareggio ci siamo rimboccati le maniche, loro non volevo assolutamente perdere contro di noi.

twitter @angeloapisani

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.690 volte, 1 oggi)