GROTTAMMARE-MATELICA: 2-3

GROTTAMMARE: Di Nardo, Pagliarini, Monaco, Schicchi, Capriotti, Adamoli, Frattali (39′ Calvaresi M.), Gaibo, Ludovisi, Nardini, Rosa. A disp: Pignotti, La Grassa, Silvestri, Marcatili, Marconi, Cameli

Allenatore: Giuseppe De Amicis

MATELICA: Spitoni, Silvestrini, Roccheggiani, Cantarini, D’addazio, Ercoli, Piciotti, Colella, Api (74′ Staffolani), Cacciatore (86′ Zaccagnini), Iachetta (84′ Ruggeri). A disp: Zepponi, Campioni, Lazzoni, Ciuffetti

Allenatore: Nicola Spuri Forotti

ARBITRO: Catucci di Foggia (De Gennaro e Cordella di Pesaro)

RETI: 1′ D’addazio, 25′ Cacciatore, 76′ Ludovisi, 80′ Ludovisi, 81′ Staffolani

AMMONITI: 6′ Adamoli, 7′ Colella, 72′ Silvestrini

ESPULSI:

ANGOLI: 10-0

RECUPERO: 2’+4′

SPETTATORI: 150 circa

Per il pre-partita click qui.

1′ VANTAGGIO IMMEDIATO PER IL MATELICA. Su punizione di Cacciatore in area, confusione nella difesa bianco-celeste, ne approfitta D’addazio che spizzica di testa sottoporta ingannando Di Nardo

13′ Bellissima punizione di Nardini che ci prova direttamente su palla ferma, Spitoni sale in cielo e respinge in corner cacciando la palla da sotto il sette

17′ Batti e ribatti in area maceratese, ci prova dai 30 metri Monaco ma il pallone si spegne sul fondo

18′ Api da buone posizione spara alle stelle

25′ RADDOPPIA IL MATELICA. Api in contropiede, lancio in area per Cacciatore che di prima e di collo pieno fulmina Di Nardo. La sfera termina a mezza altezza sul secondo palo, col portiere rivierasco immobile

32′ Ancora ospiti, fraseggi sulla 3/4 con Cacciatore che da fuori area e da posizione angolata esplode un collo sinistro che Di Nardo respinge di tuffo

47′ Fine primo tempo. Un Grottammare molto impreciso in difesa e scoordinato, troppi inutili lanci lunghi, un centrocampo lento e un Nardini come unico elemento di creazione di gioco. Il Matelica gestisce i primi 45′ senza troppe difficoltà realizzando due reti con una invidiabile e maniacale precisione e lucidità d’esecuzione. Il gol dopo appena 60” pesa tantissimo, e i bianco-celesti cercano di reagire lottando per liberarsi dallo sconforto, ma i maceratesi sono troppo calcolatori ed eccelsi nel sopprimere le iniziative dei rivieraschi.

45′ Si riprende

46′ Angolo battuto da Nardini, Rosa ci prova al volo con sfera che sfila di poco a lato

57′ Calvaresi da fuori, palla a lato

59′ Occasionissima per Nardini che servito in area da Adamoli, a porta semi-spalancata calcia malamente fuori

70′ Su punizione Adamoli propone in area, D’addazio svirgola sfiorando l’autogol

76′ GOL DEL GROTTAMMARE. Cross di Monaco dalla sinistra, Ludovisi colpisce di testa in piena area, la sfera sbatte contro la traversa bassa ed entra dentro, con Spitoni che la rifà sua quando già aveva varcato la soglia. Gol fantasma dato che sembrava che il cuoio non avesse sorpassato la linea di porta

80′ PAREGGIO DEL GROTTAMMARE. Ancora Ludovisi in rete, con azione fotocopia della precedente. Cross di Monaco dalla sinistra, Ludovisi incrocia in area e di destro trafigge Spitoni

81′ GOL DEL MATELICA, DAVVERO INCREDIBILE. I bianco-celesti freschi di pareggio sbilanciati in avanti, ne approfitta Staffolani che lanciato in contropiede a tu per tu con Di Nardo, lo dribbla e realizza il vantaggio a porta vuota

94′ Fine del match. Un Grottammare caparbio non molla fino alla fine, trovando prima il gol della bandiera e poi addirittura il pareggio con bomber Ludovisi. Ma la beffa arriva dopo appena 60” col gol dell’esordiente Staffolani. Bianco-celesti più attenuati nelle rimesse e nei dialoghi a centrocampo dopo l’inizio di una ripresa più pacata da entrambe le parti. Matelica subisce due gol non per colpa sua, ma è bravissima a tener i nervi ben saldi passando addirittura in vantaggio nel battito di un ciglio. La partita esplode negli ultimi 20 minuti, con le due fazioni che diventano improvvisamente veementi e danno spettacolo. Per il Grottammare ancora niente vittoria ma una prestazione tutto sommato buona dopo un primo tempo tetro contro la capolista. Matelica impeccabile e di carattere, senza perdere mai la concentrazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 421 volte, 1 oggi)