SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Gas Plus, si rivede la Commissione tecnica. Accantonato all’indomani della spedizione a Minerbio, il team capitanato dal professor Giuseppe Cappelli è stato ricontattato dall’amministrazione comunale. La conferma è arrivata nel corso della Commissione Ambiente, andata in scena nel tardo pomeriggio di venerdì.

Il Comitato sarà chiamato ad analizzare le risposte della Gas Plus ai quesiti posti nei mesi scorsi da Terre.it, società spin-off dell’Università di Camerino. Repliche giunte in Regione tempo fa, ma rese note al Comune di San Benedetto con notevole ritardo sulla tabella di marcia. “Chiederemo il motivo di questa mancata comunicazione”, ammonisce il presidente della Commissione Ambiente, Silvano Evangelisti. “Adesso che le abbiamo tra le mani, il gruppo di Cappelli valuterà se sono esaustive”.

Il Popolo della Libertà esige che la questione approdi al più presto in Consiglio Comunale, con una presa di posizione netta e contraria dei partiti di maggioranza: “Servono atti chiari, come quelli promossi da altri enti, come la Provincia di Ascoli Piceno. Non vorremmo che, nell’ingarbugliarsi di questioni tecniche più o meno chiare, qualcuno decida sopra le nostre teste”.

Il Partito Democratico rinnega però tale via: “Per noi sarebbe semplicissimo portare la delibera che attesti la nostra contrarietà in assise – obietta ancora Evangelisti – ma quel no non servirebbe a niente. Non decidiamo noi in merito alla centrale di stoccaggio. E’ più utile invece cercare in tutte le maniere di ottenere il rispetto di tutte le garanzie, di sicurezza e salute. Qualora non ci fossero, saremmo in prima fila ad opporci. Il nostro non sarà un rifiuto aprioristico. A partire dalla prossima settimana la Commissione si metterà al lavoro: finchè il procedimento è aperto dobbiamo approfittarne per fugare tutti i dubbi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 732 volte, 1 oggi)