SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Muoviti, tu che puoi!”. Un gesto, un attimo della nostra giornata per dare un piccolo sostegno a bambini come Manuel Dessi, il bimbo affetto da atrofia muscolare spinale di primo grado di cui raccontammo la storia diversi mesi fa. Per due settimane, dal 22 ottobre al 3 novembre sarà possibile inviare un sms o fare una chiamata al numero 45599.

Pubblichiamo interamente:

“È con emozione e orgoglio che Famiglie SMA, partner del Centro Clinico Nemo specializzato in malattie neuromuscolari, della Uildm (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) e di Telethon, annuncia la sua seconda Campagna Sociale di raccolta fondi. Durerà due settimane, da lunedì 22 ottobre fino a domenica 3 novembre, in modo che ci sia il tempo per tutti di sostenere l’associazione dei genitori di bambini e adulti con atrofia muscolare spinale donando al 45599:1 euro da cellulare personale oppure 2 o 5 euro da rete fissa.

Il calore con cui in tantissimi, da personaggi conosciuti nel mondo dello spettacolo a privati cittadini, si stanno dedicando alla nostra causa ci rende felici e ancor più consapevoli di quanto sia importante diffondere la conoscenza di questa malattia rara e della rete di supporto costruita attorno ad essa dalle famiglie. Tra gli altri, Vittorio Brumotti, lo show man campione di bike trial, ha girato insieme ai nostri bimbi un servizio per Striscia la Notizia; una delle più importanti rock band italiane.

Le Vibrazioni, in occasione dell’ultimo concerto prima di una pausa, devolverà alla nostra associazione l’incasso della vendita del merchandising ufficiale (Magazzini Generali di Milano, 25 ottobre). Il dottor Marco Squicciarini, ideatore del Baby Security, il presidio che verifica la potenziale pericolosità di un oggetto per i bambini, realizzato secondo norme UNI e in collaborazione con la Federazione Italiana Medici Pediatri, distribuito insieme ad un opuscolo illustrativo delle manovre di disostruzione pediatrica, ha scelto i nostri banchetti del 27 e 28 ottobre, allestiti nelle piazze di diverse città italiane, per presentare il presidio ai cittadini in anteprima nazionale, prima che arrivi nelle farmacie. L’elenco completo delle piazze e degli eventi collegati sarà consultabile sul sito www.famigliesma.org.

La campagna di quest’anno sostiene il Progetto Stella incentrato sul delicato tema della comunicazione della diagnosi, il momento critico per eccellenza, spiazzante e stressante per le famiglie. Purtroppo non sempre i medici sono preparati e supportati per gestire la situazione. Eppure, solo una comunicazione efficace costruisce una prima alleanza terapeutica, apre la strada alla fiducia ed elimina paure ingiustificate e ansie . Il progetto è un contributo concreto nella direzione di una nuova cultura in cui il paziente sia al centro di un intervento olistico e l’intera persona venga rispettata nelle sue motivazioni, aspettative e relazioni.

Famiglie SMA, nata a Roma nel 2001, è la principale associazione che aggrega genitori e pazienti per finanziare la ricerca, promuovere lo studio e i test di farmaci specifici, divulgare le corrette metodologie ventilatorie e posturali che migliorano la qualità della vita, sostenere e accogliere nuove famiglie. L’atrofia muscolare spinale è una delle più gravi e diffuse malattie neuromuscolari che colpiscono i bambini, i cui muscoli della respirazione, deglutizione e movimento subiscono una progressiva paralisi. È la principale causa genetica di morte sotto i due anni. Una persona su 40 è portatore sano e un bambino su 6mila nati vivi è affetto da SMA”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.482 volte, 1 oggi)