SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Aria di Primarie anche a San Benedetto. A circa un mese dal primo turno che vedrà scontrarsi Pierluigi Bersani e Matteo Renzi, il Partito Democratico lancia i propri appuntamenti, rigorosamente distinti, tra comizi, cene e aperitivi in giro per la città.

Martedì ben due iniziative vivacizzeranno il dibattito politico. Si partirà coi sostenitori di Bersani, che si incontreranno alle 19 presso la pizzeria Stella Artois. Seguiranno alle 21 quelli di Renzi allo chalet Nord-Est di Grottammare (il primo arrivando da sud).

I due comitati appaiono ad oggi letteralmente sbilanciati, con il segretario uscente del Pd che gode nel Piceno dell’appoggio di gran parte dei big del centrosinistra. Non solo il sindaco Gaspari, ma anche l’onorevole Luciano Agostini, il consigliere regionale Paolo Perazzoli, il presidente del Corecom Pietro Colonnella, il segretario provinciale Antimo Di Francesco, quello sambenedettese Felice Gregori e tutti i coordinatori delle sezioni rivierasche. Un atto di forza che si concretizzerà di fatto sabato quando, a partire dalle 9.30 all’Auditorium Tebaldini, si riuniranno in un convegno dal titolo “Le Marche per Bersani” tutti gli amministratori regionali del centrosinistra al fianco dell’ex ministro allo Sviluppo economico.

All’interno dell’amministrazione comunale la storia non cambia. Bersani è supportato dalla capogruppo dei democrat in Consiglio, Loredana Emili e dall’assessore Margherita Sorge, che alle primarie del 2009 parteggiò apertamente per il rivale di allora, Dario Franceschini. Qualcuno lo considera un posizionamento esclusivamente strategico, visto l’accerchiamento che la detentrice delle deleghe di Turismo, Sociale, Cultura e Scuola ha subito recentemente dai propri compagni di squadra. Ma lei nega e ribatte: “Nessuna incoerenza. Lo stesso Franceschini appoggia oggi Bersani ed io seguo la sua linea”.

Convinto renziano invece Fabio Urbinati. L’assessore al Bilancio era in prima fila ad Ascoli ad ascoltare il primo cittadino fiorentino. La sua adesione risulta isolatissima, nonostante lo spirito battagliero ed il supporto imprevisto del sindaco di Monteprandone, Stefano Stracci. In merito all’ultima polemica relativa alla modifica del regolamento delle Primarie, Urbinati non ha fatto mancare il proprio dissenso su Facebook: “Chi mi spiegherà il motivo per cui i sedicenni non potranno più votare alle primarie del Partito Democratico? Eppure non eravamo tutti orgogliosi di questa apertura ai giovani?”.

Quasi certamente Pierluigi Bersani approderà a San Benedetto nelle prossime settimane, come già accadde in passato in occasione della campagna elettorale di Gaspari. Più in forse un bis nel Piceno di Renzi, mentre sul fronte Sel, gli esponenti locali stanno lavorando per l’arrivo di Nichi Vendola.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.137 volte, 1 oggi)