CINGOLANA-GROTTAMMARE: 0-0

CINGOLANA: Maccari, Mancini, Federici, Tomassoni, Mengoni, Gianfelici, Gigli (68′ Cacciamani), Lucesoli, Giuliani (86′ Gambini), Faris, Bonsignore. A disp: Emiliani, Medici, Del Bianco, Esposito, Clementi

Allenatore: Lorenco Ciattaglia

GROTTAMMARE: Di Nardo, Pagliarini, Monaco, Schicchi, Capriotti, Adamoli, Petrucci, Gaibo (88′ Silvestri), Ludovisi, Nardini (57′ Frattali), Rosa. A disp: Marinelli, La Grassa, Marcatili, Egidi, Marconi

Allenatore: Giuseppe De Amicis

ARBITRO: De Luca di Pesaro (Mazza, Principi)

RETI:

AMMONITI: 40′ Gaibo, 44′ Ludovisi, 52′ Petrucci, 55′ Mengoni, 71′ Cacciamani, 76′ Frattali, 77′ Faris

ESPULSI: 81′ Petrucci

ANGOLI: 2-6

RECUPERO: 2′+4′

SPETTATORI: 150 circa

CINGOLI – Luci ed ombre con sfumature di bianco-celeste. Nella tavolozza dei colori del Grottammare, dall’inizio del campionato fino ad adesso, le gradazioni di colorazione non riescono ancora ad assumere una forma nitida e distinguibile. Anche in quel di Cingoli si potrebbe sindacare ben poco sulla prestazione dei rivieraschi, al termine di una sfida che li ha visti irruentemente indirizzati vero la porta difesa da Maccari per l’intero secondo tempo. Performance alla quale però si associa la nuance di un gioco che è produttivo nella formazione di azioni da rete pericolose, ma che poi risulta difettoso quando occorre concretizzarle, con errori sottoporta ed indecisioni che spesso portano allo sgretolamento di ottime costruzioni tattiche.

Il Grottammare riporta al Pirani un punto a seguito di un pareggio in bilico fino all’ultimo, enfaticamente squilibrato più volte da entrambe le fazioni, mentre le due squadre conquistano i tre punti pieni per quello che concerne la tensione in campo. Vedi le tante ammonizioni, il rosso a Petrucci e la rissa sfiorata alla fine del primo tempo, mentre i giocatori si avviavano negli spogliatoi. Situazioni, almeno dal fronte bianco-celeste, interpretabili come sintomatiche di un forma psichica di ribellione e rigetto nei confronti di uno status di classifica non incastonabile con le prestazioni sui terreni di gioco.

La Cingolana, nonostante i vistosi errori in difesa e le esorbitanti difficoltà a far dialogare tra loro i giocatori, soprattutto quando si tratta di suggerire per le punte, sorprendentemente riesce ad esibire più volte uno slancio passando dal subire l’iniziativa avversaria al gol sfiorato nel giro di pochi secondi. Dalle parti di Di Nardo i maceratesi si propongono più volte, e quando lo fanno sono sempre pericolosissimi ma imprecisi. D’indubbia grande qualità a livello di piedi però, con tiri che spesso lambiscono pali e traverse. Per loro, una partita giocata prima d’impatto quasi alla pari coi rivieraschi, poi di rimessa saltuariamente sfociante in sferzate d’attacco.

Dopo i primi 10′ minuti in cui i meccanismi di gioco risultano lenti da entrambe le fazioni, le due squadre si disinibiscono dando vita ad un match piacevole con diverse azioni da gol. Grottammare più preciso nei passaggi e veemente fino al 35′, con due nitide occasioni da gol ma Maccari è bravissimo a coprire lo specchio. Cingolana più imprecisa soprattutto nei lanci lunghi, ma è ottima nei fraseggi dalle parti di Di Nardo, che spesso portano a conclusioni molto pericolose.

Un Grottammare più rabbioso e affamato di vittoria scende in campo nella ripresa, costringendo la Cingolana a chiudersi nella propria metà campo, ma la rete non ne vuole sentire di gonfiarsi. Padroni di casa con buone intenzioni dalla parti di Di Nardo, ma che faticano vistosamente nella fasi di dialogo a centrocampo, con una difesa che su palla inattiva è sempre a rischio rete. Per i bianco-celesti una vittoria che anche stavolta manca, nonostante una prestazione tutto sommato soddisfacente.

Il primo spunto al 6′ con Giuliani che da fuori tenta una conclusione di potenza, Di Nardo blocca in due tempi. Al 14′ Cingolana vicina al vantaggio, cross di Mancini dalla destra, Giuliani in area si eleva in cielo e colpisce di testa. La sfera sfila sul fondo a pochi cm dalla porta bianco-celeste. Due minuti dopo si vedono gli ospiti, bella azione del Grottammare sulla 3/4, Petrucci crossa al centro, respinta della difesa cingolese e Schicchi da fuori calcia al volo di collo sinistro. La palla viene bloccata con difficoltà da Maccari. Sul proseguo dell’azione Giuliani da buona posizione spara altissimo.

Al 21′ Petrucci batte il corner, Nardini di testa a botta sicura ma Giuliani salva miracolosamente sulla linea di testa, poi la difesa maceratese spazza fuori e al 23′ ancora bianco-celesti vicini al gol. Sempre cross dalla fascia destra per Ludovisi, che in area aggancia da campione e con spalle alla porta conclude di prima con un siluro di collo destro. Maccari si supera respingendo d’istinto in corner. Al 29′ Lucesoli ci prova dai 30 metri, conclusione potentissima che sfiora il palo alla sinistra di Di Nardo. Al 41′ il Grottammare perde palla a centrocampo, viene lanciato Bonsignore che da posizione defilata tenta lo stesso la conclusione dal limite con pallone di poco a lato.

Al 43′ Cingolana vicinissima al vantaggio, con Tomassoni che dai 30 metri pennella un tiro splendido che termina di pochi cm poco sopra l’incrocio dei pali e l’ultima azione del primo tempo è marchiata bianco-celeste. Al 44′ Parapiglia in area cingolese, palla per Rosa che tutto solo in area piccola spara addosso a Maccari.

Nella ripresa si parte subito al 46′ con Nardini che tenta dal limite, palla debole che si spegne a lato. Al 48′ Occasionissima per i padroni di casa. In veloce ripartenza Mancini propone per Giuliani, che in area dribbla Di Nardo ma conclude malamente a lato a porta spalancata. Al 59′ Cross dalla destra in area bianco-celeste, Lucesoli allunga di testa per Bonsignore che di spaccata non ci arriva per pochi centimetri, con Di Nardo battuto. Al 63′ Ludovisi crossa in area per Adamoli che di testa manda alto. Al 65′ Azione foto-copia della precedente, stavolta con cross per Rosa che solo in area colpisce di testa realizzando il gol, ma l’arbitro annulla su fuorigioco molto sospetto.

E’ sempre Grottammare. Al 66′ Corner battuto da Petrucci, spicca di testa Rosa che colpisce bene ma la sfera termina di poco a lato e 60” dopo Ludovisi lanciato in area, a tu per tu con Maccari lo dribbla ma la palla gli rimbalza male tra i piedi e sfila sul fondo, tra l’incredulità generale. Al 81′ ospiti in dieci, espulso Petrucci per doppia ammonizione. La sfida si chiude con due buone opportunità per la Cingolana. Al 88′ Bonsignore da buona posizione spedisce alle stelle e al 91′ Faris per Bonsignore in piena area, tiro di quest’ultimo respinto da Di Nardo che salva il risultato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 133 volte, 1 oggi)