SAN BENEDETTO DEL TRONTO – PALLADINI: “Credo che tutta la squadra sia cresciuta nella gestione della palla. E’ stata una bella vittoria, ora siamo primi in classifica ma il campionato è ancora lungo e dobbiamo restare con i piedi per terra. Ci vuole umiltà prima di tutto. Abbiamo battuto una squadra ben organizzata. E’stata una gara molto tattica e sono un po’ arrabbiato per l’ultimo gol che abbiamo preso sul finale. Sotto il profilo del gioco però abbiamo sicuramente fatto meglio e ci fa piacere aver dato una soddisfazione ai nostri tifosi. Ora pensiamo a Celano”

AMAOLO: “Prima o poi la sconfitta doveva arrivare ed è giunta con la squadra più forte di questo campionato. Giocatori come Napolano, Forgione, Santoni con la palla al piede sono devastanti. La mia squadra comunque ha lottato fino alla fine e sono soddisfatto perché a parer mio ha condotto una buona prestazione”

CARPANI: “Il mio modo di giocare non è cambiato, è rimasto sempre lo stesso. Ora dobbiamo essere bravi a ripetere nelle prossime domeniche la bella performance di oggi. Sapevamo che la Jesina era una squadra forte, dovevamo avere pazienza e ci siamo riusciti. Siamo stati bravi inoltre a reagire subito, dopo il gol del pareggio”

PUGLIA:”Non è detto che quando entro in campo sono sempre decisivo ma oggi è andata bene e sono contento. Non sono arrabbiato per aver giocato poco dall’inizio del campionato, anzi. Io faccio parte di una grande squadra e quando gioco lo faccio per me, per il mister, per i miei compagni e per tutti i tifosi che credono in questa maglia”

BARTOLOMEI: “Devo fare i miei complimenti alla squadra e uno in particolare a mister Palladini che nel ruolo di allenatore è cresciuto molto. Quest’anno lo vedo più forte e sono felice che stia dando la sua esperienza. Oggi abbiamo giocato bene, oltre a ripartire abbiamo anche impostato. Questo è un girone pieno di sorprese, e pensare che  all’inizio avevo dichiarato che il San Cesario sarebbe retrocesso e invece si trova nei piani alti della classifica. Per questa squadra noi come società abbiamo speso meno di trecentomila euro e il mio ringraziamento va, proprio per questo, a Spadoni e Cimmino oltre che agli allenatori del settore giovanile di cui fanno parte ragazzi che stanno venendo su molto bene. In quanto alla vicenda stadio io non faccio più appelli. Finché abbiamo questa amministrazione comunale non si va da nessuna parte. Questa cosa mi dispiace perché il nostro impegno sta nell’organizzare qualcosa di solido. Ho detto a Roberto Pignotti di non firmare nulla. Prima di farlo è bene sedersi ad un tavolo con Spina (il quale deve restituire dei soldi), Cinciripini, amministrazione comunale e testimoni compresi”

PIGNOTTI: “Io faccio un appello affinché i lavori per la messa a norma dello stadio vengano effettuati. Tutti quanti insieme dobbiamo fare uno sforzo poiché tutti, me compreso, abbiamo commesso errori. L’amministrazione comunale sta rinviando di settimana in settimana il consiglio e questo non ci da molte speranze”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 697 volte, 1 oggi)