Barbetta 6,5 Non ha molte occasioni per farsi vedere ma, quando serve, si fa valere. Decisivo il suo intervento su Stefanelli al 90′

Carminucci 6,5 Il “bambino” continua a giocare da grande. Gioca a testa alta, difende con ordine e non fa mai mancare la sua spinta, in avanti. Suo il fallo (ma era fallo?) che porterà al pareggio della Jesina, ma è anche sua la palla per Shiba nell’azione del 2 a 1. Era una sorpresa, ma se continua così non lo sarà più. (68′ Nocera 6 Entra in un momento delicato per la squadra e dà il suo contributo)

Tracchia 6,5 Gioca con sicurezza e precisione. Niente squilli, ma sul lato di Forgione e Napolano non sarebbero comunque serviti. Si sta confermando su buoni livelli.

Scartozzi 6,5 Sta dimostrando una continuità impressionante. Il suo lavoro è prezioso: copre, raddoppia, rilancia. In avanti, rispetto alle ultime uscite, non si vede mai, ma in campo si sente. Se la squadra ha trovato equilibrio è anche merito suo

Aquino 6 Durante la gara non ha molti problemi, né occasioni per farsi valere. Lui e Marini controllano bene, ma hanno di fronte un attacco che (a parte sulle palle inattive) non impensierisce mai i rossoblu. Suo il fallo (ingenuo) che, a tempo scaduto, porta al gol di Stefanelli. Stavolta è andata bene.

Marini 6 A differenza di Aquino sembra più sicuro, e lo dimostrano alcuni interventi rischiosi -sì- ma sempre precisi e puntuali. Ma su calcio piazzato la Samb continua a soffrire, e la colpa è anche sua.

Napolano 7,5 Stavolta non fa gol capolavoro, ma gioca un’altra partita delle sue. Va e risolve problemi. Quando la squadra soffre in costruzione scala a centrocampo e imposta, quando la squadra va sotto segna il raddoppio, quando c’è da chiudere la partita si inventa l’assist per Puglia. Con un giocatore così, puoi vincere con tutti.

Carpani 7 Qualcuno è ancora sorpreso? Carpani, ormai da tempo, ha smesso di essere una promessa ed è diventato  una splendida realtà: sempre pronto, sempre al posto giusto, sempre la cosa giusta. Segna un altro gol importante, ma ormai non fa più notizia. Giovane veterano.

Santoni 7 Mette qualità in ogni giocata, difendendo con la stessa naturalezza con la quale attacca. Una spina nel fianco della Jesina: costringe gli avversari al fallo e apre spazi per i compagni. Non segna, ma il gol di Carpani porta anche la sua firma. (74′ Puglia 7 Entra, riceve palla, segna. Quante altre squadre possono vantare una “riserva” così? Segna un gol importantissimo e lo fa sembrare la cosa più semplice del mondo. Di lusso.),

Forgione 6,5 Ha l’argento vivo addosso. Quando riceve palla succede sempre qualcosa: salta l’uomo con una semplicità disarmante, gioca palloni mai banali (suo lo spunto per Shiba nell’azione che porterà all’uno a zero). Si integra alla perfezione con Napolano, formando una coppia frizzantissima.

Shiba 7,5 Signori, questo è un giocatore vero. Fisico, grinta, cuore e qualità. Va su ogni pallone e, spesso, ha la meglio. Fa la punta centrale, ma lo vedi dovunque: aiuta in mezzo al campo, sulla sinistra mette il piede nell’azione dell’uno a zero, a destra si inventa l’assist per il due a uno di Napolano. Tre in uno. (79′ Pazzi 6 Gioca poco, ma riesce comunque a rendersi pericoloso. E non è scontato, per un giocatore che entra negli ultimi dieci minuti. Pazzi c’è, e tutti sanno quanto è importante poter contare su di lui.)

Palladini 7 La sua squadra gioca bene, benissimo. La Samb soffre ancora sui calci piazzati, ma si dimostra una squadra solida capace di dare sostanza giocando un calcio veloce e divertente, senza nessun punto di riferimento. A sinistra l’asse Forgione-Napolano funziona a meraviglia, a destra Santoni e Shiba cantano e portano la croce, divenendo importanti anche in copertura. la settimana scorsa ha rischiato Carminucci e ha vinto la scommessa, questa volta ha messo dentro Puglia e ha chiuso la gara. Impossibile non vedere la mano dell’allenatore. Bravissimo.

twitter @angeloapisani

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.166 volte, 1 oggi)