SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Stiamo definendo tre, quattro progetti ed entro la prossima settimana verranno resi noti i principali”. A dirlo è Giovanni Stroppa, che incontrerà gli amministratori del piceno nella Conferenza dei Sindaci del prossimo 29 ottobre. Il direttore dell’Area Vasta 5 ha partecipato sabato mattina al convegno dal titolo “La relazione di aiuto nel percorso riabilitativo”, tenutosi all’Auditorium Tebaldini di San Benedetto. Nessun contatto col sindaco Giovanni Gaspari, impegnato in questi giorni a Bologna con i meeting dell’Anci.

“Si deve passare dagli annunci agli atti concreti”, hanno recentemente denunciato i rappresentanti del Comitato Ristretto, che fanno capo proprio a Gaspari. “Siamo in attesa dei provvedimenti e delle soluzioni. Ad oggi, non riusciamo a dare ciò che potenzialmente potremmo dare”.

La soluzione, a quanto pare, sarebbe a portata di mano, con Stroppa che continua a mostrarsi tranquillo: “Stiamo implementando il Piano di Area Vasta, tutto è in divenire. Nel giro di pochissimo tempo andremo a dare gli incarichi. Ritengo che l’organizzazione cammini sulle gambe delle persone. E’ prioritario andare a definire la squadra, senza questa non si va da nessuna parte. Mi sembra che di risultati positivi ce ne siano, abbiamo gente in gamba con cui lavorare, l’evento di oggi lo dimostra”. Poi ribadisce: “Spero di avere il tempo di terminare il progetto”.

Nel mirino della politica e dei politici da oltre un anno, Stroppa ormai da un mese evita repliche e polemiche pubbliche. “Il rapporto con la politica è quello di prima, cerco di rimanerne il più fuori possibile. Sono un tecnico e devo dare delle risposte alle istituzioni, stop”.

“TAC? DISAGIO RISOLTO” Stroppa interviene infine sul guasto a due macchinari di diagnostica per immagini, ultimo caso in ordine di tempo che ha riguardato l’Ospedale Madonna del Soccorso. Due tac differenti, una moderna a 32 strati ed un’altra ad “appena” 4, collocata al Pronto Soccorso. “Il guasto è stato riparato – taglia corto il direttore – problemi in corso d’opera possono verificarsi, l’importante è rispondere immediatamente”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 622 volte, 1 oggi)