dal settimanale Riviera Oggi numero 935

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Anche per Antonio Focarile è la prima volta come presidente di un quartiere. Svolge la professione di contabile e lo abbiamo incontrato per parlare con lui di alcune delle tematiche su cui attualmente è a lavoro insieme agli altri membri. “Con l’assessore Sestri stiamo pensando a come intervenire nel pontino che collega la scuola Cappella con la Sentina in modo da renderlo percorribile solo ai pedoni e alle biciclette”.

Ci esponga alcuni punti in programma su cui la delegazione da lei guidata lavorerà per i prossimi tre anni.
“Ci siamo insediati cercando di coinvolgere tutti i residenti del quartiere in quanto il Comitato ne rappresenta un organo esecutivo. Al momento, cerchiamo di ottenere la gestione del parco Paola, fra l’altro location della partecipatissima festa di quartiere dello scorso agosto. L’impegno verterà anche sul rendere quanto più vivibile il quartiere per gli anziani e i bambini e farne un punto di ritrovo per tutta la zona. Inoltre stiamo aspettando che il sindaco firmi la delibera comunale che renda ufficiale l’insediamento alla nuova sede del Comitato che si trova di fronte alla scuola Colleoni e vanta anche di una biblioteca”.

Riguardo alla viabilità, a che punto siamo?
“Sulla messa a norma del pontino che unisce la Sentina alla scuola Cappella, l’assessore Sestri si è detto disponibile a studiare un progetto, anche se sarebbe sufficiente mettere dei tornelli in ferro per ostruire il passaggio ai ciclomotori in modo che il tratto sia percorribile solo dai pedoni e dalle biciclette. Infine, è mia intenzione presentare un’istanza al Gaspari per la situazione in via Del Cacciatore. Urge una soluzione il prima possibile per mettere fine ai numerosi incidenti che si sono e si stanno verificando a ridosso degli incroci per entrare ed uscire dalla sopraelevata”.

Parliamo di Bilancio Partecipato. Su quali tematiche si è concentrato il dialogo con l’amministrazione comunale?
“Non è stata portata a termine la riqualificazione del marciapiede che collega via Del Cacciatore con via Dei Laureati. Se n’è parlato con l’assessore Spadoni e il dirigente dei comitati di quartiere, in occasione del fatto che in tema di infrastrutture è imminente un cambiamento riguardo all’idea del Comune di progettare una pista ciclabile che unirà il quartiere con la Riserva Sentina”.

Raccolta differenziata. Negli altri quartieri della città quest’anno è partito il Porta a porta spinto. Come vanno le cose alla Sentina?
“Anche alla Sentina il Porta a porta spinto è partito nel corso dell’anno e i residenti si sono adeguati abbastanza bene. Insieme all’assessore Canducci e alla Picenambiente abbiamo reperito tutto il materiale informativo circa gli orari e le indicazioni per la raccolta dei sacchetti. Ad ogni modo, l’obiettivo può essere potenziato con i cestoni che raggruppano il fogliame ogni volta che si procede alla manutenzione delle aree verdi. Aggiungo anche che nel periodo estivo, per via dell’affluenza dei turisti e della poca informazione in merito, si è venuto a creare qualche disguido. Sollecitato dal consigliere Andrea Marinucci, ho preso contatto con la Picenambiente per sensibilizzare i grandi condomini a inserire nelle proprie aree dei contenitori di raccolta dei rifiuti differenziati. A breve ci sarà comunque un incontro con i residenti per affrontare la questione”.

Tenere informati i residenti circa le assemblee cittadine e gli eventi promossi dal Comitato. Perché non farlo attraverso internet?
“In effetti non sarebbe male dotarsi di uno strumento simile, dal momento che favorirebbe la partecipazione dei residenti per informasi con molta più rapidità riguardo agli appuntamenti da noi organizzati”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 554 volte, 1 oggi)