Dal settimanale di Riviera Oggi numero 935 del 15 ottobre 2102

CUPRA MARITTIMA – Riportiamo fedelmente la lettera dell’ex sinadco di Cupra Marittima Giuseppe Torquati in risposta alle recenti dichiarazioni a mazzo stampa dell’attuale assessore al Bilancio  Susassa Lucidi.

“In riferimento agli articoli pubblicati dalla stampa locale inerenti al rapporto tra la società Tributi Italia Spa ed il Comune di Cupra Marittima, intervengo sulle dichiarazioni fornite dall’attuale assessore comunale al Bilancio Susanna Lucidi sia perché sono stato tirato in ballo personalmente sia perché i fatti accaduti si sono svolti in maniera totalmente diversa da come l’Assessore li ha rappresentati nel tentativo di assumersi i meriti di un lavoro svolto da altri.

Già dal febbraio 2008, con atto n. 2648 il segretario del  comune le dottor Salvataroe la  dottoressa Catasta, hanno ricondotto alla tesoreria comunale la riscossione dei tributi e, sostenuti dalla Giunta da me presieduta, con una serie di atti successivi hanno determinato la conclusione della vicenda nell’aprile 2009 (atto n. 2655), ottenendo l’estinzione totale dei crediti nei confronti del Comune.
Motivo questo di vanto e non di critica nei confronti della precedente Amministrazione poiché molti altri comuni oggi si trovano a dover fronteggiare sostanziose perdite.

Basta consultare gli atti negli archivi Comunali per evincere che la lungimiranza vantata non è attribuibile né alla Giunta D’Annibali né all’assessore Lucidi, i quali, al loro insediamento hanno trovato la vicenda già risolta. Il loro lavoro è consistito esclusivamente nel fare i conti e verificare il rispetto degli impegni a fine anno 2009 e poiché, il 31/12 dello stesso anno, la convenzione è scaduta, hanno dovuto decidere se proseguire o riassumere in proprio la gestione del servizio.

Questo è il grande impegno che l’assessore Lucidi ha dovuto affrontare. Il comune è stato tirato fuori da una complessa vicenda dalla Giunta Torquati con l’ausilio di ottimi funzionari tutt’ora in servizio e non certo dalle notti insonni dell’attuale assessore alle finanze, insonnia probabilmente riconducibile ad altri motivi.

Sarebbe anche ora che gli attuali amministratori la finissero di tirare in ballo la passata amministrazione. Ad oltre metà dal loro mandato i cittadini aspettano di vederli assumere le proprie responsabilità e finire di nascondersi dietro la frase ormai divenuta un comico slogan cuprense “la colpa è … della passata Amministrazione”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.262 volte, 1 oggi)